Prosegue senza intoppi il lavoro della Nazionale Italiana di Pesistica Olimpica, in ritiro al Centro di Preparazione Olimpica di Formia dove sta ritrovando costanza e concentrazione dopo lo stop imposto dalla pandemia. I ragazzi guidati dal DT Sebastiano Corbu hanno trovato grande armonia nella località sulla costa laziale, dove è stata riprogrammata l’intera stagione.

“Durante questa pandemia ci siamo dovuti arrangiare – dice Corbu – trovare spazi, motivazione, ed inventarci un percorso nuovo, affrontando qualcosa che ancora non conoscevamo. E’ stata un’esperienza tosta, triste all’inizio perché pensavamo durasse meno, ma comunque formativa: ciascun atleta ha avuto le sue ripercussioni, chi sul piano fisico, chi sul piano motivazionale, ma abbiamo tenuto duro. Ora dobbiamo ricominciare a cercare e trovare i risultati. Abbiamo in parte riprogrammato tutta la nostra attività, le competizioni regionali, nazionali e internazionali, ma è ovvio che restiamo in balia della situazione sanitaria internazionale. Ora a Formia c’è una situazione idilliaca: la struttura e l’organizzazione del centro si prestano in maniera eccellente al nostro lavoro. Abbiamo solo bisogno di tempo per riorganizzarci e riabituarci ai ritmi di questo grande lavoro”.

La Nazionale di Pesistica Olimpica si sta dunque preparando per i prossimi mesi di competizioni, decisive per il futuro della disciplina: “Ci aspetta un autunno rovente, durante il quale avremo un susseguirsi di gare nazionali e internazionali di grande importanza: gli Europei di tutte le categorie, il Mondiale juniores, la qualificazione olimpica. Tutto promette bene”.

Tra gli atleti un super motivato Nino Pizzolato, che durante la pandemia non ha mollato mai un kilo: “In quarantena ho cercato di mantenere ritmo e grinta e ora a Formia ho ripreso alla grande. A livello di forza sto bene, stiamo raffinando la tecnica ma sono molto motivato. Gli obiettivi rimangono gli stessi, è aumentata la fame, la voglia di gareggiare e di vincere. Ci rivediamo a novembre ai Campionati Europei Senior a Mosca”

Al CPO di Formia troviamo anche la Nazionale Paralimpica, tra cui il Campione del Mondo Juniores Donato Telesca: “Qui non c’è il caos della Capitale, l’aria tranquilla e il mare aiutano parecchio. All’inizio non è stato facile riabituarsi a certi ritmi, ma ora va meglio: abbiamo provato il nuovo massimale ed è arrivato, con grande soddisfazione. Certo, c’è da lavorare ma sono soddisfatto di aver ‘recuperato il giro’”.