Il decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020 (cosiddetto decreto “Rilancio”) ha introdotto numerose disposizioni destinate a sostenere gli operatori economici danneggiati dalla crisi sanitaria dovuta alla diffusione del “Coronavirus”.
Tra queste, il contributo a fondo perduto previsto dall’articolo 25 del decreto che consiste in una somma di denaro della quale può usufruire una vasta platea di beneficiari, senza alcun obbligo di restituzione.
L’Agenzia delle Entrate, ha emanato le procedure operative per la gestione delle domande.
Il contributo in questione, al quale possono accedere anche le Associazione Sportive Dilettantistiche e le Società Sportive Dilettantistiche, unitamente alle imprese di vario genere ed ai soggetti con Partita IVA, non è da confondere con quello specificatamente dedicato allo sport dilettantistico ex art. 217 del Decreto Rilancio, per il quale si resta in attesa di conoscere il relativo iter procedurale.
Il canale di trasmissione delle domande, si aprirà nel pomeriggio di lunedì 15 giugno e si chiuderà giovedì 13 agosto.
A tal fine si allega:
  • Comunicato stampa dell’agenzia
  • Guida pratica
  • Istruzioni per la compilazione della richiesta
  • Modello da compilare per la richiesta