Nella 64 kg femminile Giulia Miserendino conquista il gradino più alto del podio nello strappo, con la misura di 88 kg sollevati in seconda prova. L’atleta siciliana precede di ben 11 kg la seconda Aurora Cocconcelli; terza Rosita Giustino con 75 kg. Dopo essere andata fuori gara nello strappo, Noemi Filippazzo conquista la medaglia d’oro nell’esercizio dello slancio. Per lei 108 kg sollevati in terza prova che la fanno salire sul gradino più alto del podio, anche se l’atleta siciliana sperava in qualcosa di più. Argento di specialità per la Miserendino con 106 kg.
Doppio titolo per Carlotta Brunelli nella categoria 71 kg! L’atleta bentegodina, da poco scesa di categoria, sale sul gradino più alto del podio con 94 kg di strappo e 116 di slancio. Dietro di lei in entrambe le specialità, Alessia Durante, atleta delle Fiamme Oro, argento con 90 di strappo e 115 di slancio.
Christopher Sacchin è il nuovo Campione Italiano Assoluto di Strappo nella categoria 89 kg, con un tris di alzate positive di cui l’ultima a 126 kg. Una bella soddisfazione per il 36enne di Bolzano, con un illustre passato da tuffatore e che, dopo aver utilizzato i pesi per la sua preparazione atletica, ora ha scelto il bilanciere per la sua nuova attività agonistica. Uscito fuori gara con 3 prove nulle nello strappo, Marco Bitti si riscatta nello slancio salendo sul gradino più alto del podio con 160 kg.
Nella categoria 96 kg prestazione da incorniciare per Robert Mircea che, con 6 prove valide su 6, si laurea Campione Italiano Assoluto di strappo e di slancio. Questa le seguenti progressioni: 135, 140, 145 nello strappo, 170, 177, 182 nello slancio.
Nella categoria 76 kg la giovanissima Giulia Franco fa bottino pieno, conquistando l’oro sia nell’esercizio dello strappo che in quello di slancio: per lei 77 sollevati in seconda prova di strappo, che le bastano per piazzarsi avanti alla seconda Connie Di Pierro (75 kg). Nello slancio entra in pedana per ultima a 90 kg e poi si ferma alla seconda prova a 93 kg, che la mette avanti alla Di Pierro che si era fermata a 91.
Nella categoria 81 kg prestazione da incorniciare per Crystal Pittman che sale sul gradino più alto del podio in entrambe le specialità. Nello strappo fa gara a sé con due prove valide a 81 e 85 kg. Stesso iter nello slancio dove inanella 3 prove valide su 3 a 92, 95 e infine 100 kg!
Nello strappo della categoria 102 kg ha la meglio Volodymyr Burtseu che all’ultima alzata conquista il gradino più alto del podio di specialità con 131 kg, superando di un solo kg Vianello. Nello slancio poi è Marian Boiof a conquistare il titolo di Campione Italiano Assoluto, con un crescendo di alzate, da 157, a 165 e infine a 168 kg. Una medaglia sudatissima per il 42enne della Pesistica Pordenone, che supera l’avversario Burtseu di un solo kg.
Infine è Alessandro Vinci il padrone assoluto della categoria +109. Il siciliano sale sul gradino più alto del podio sia nello strappo con 136 kg che nello slancio con 181 kg, sollevati in terza prova.