Le Squadre Azzurre impegnate nei Campionati Mondiali Youth di Bangkok

La Federazione Internazionale ha ufficializzato l’elenco delle Nazioni che al termine dei Mondiali Youth di Bangkok hanno già staccato i pass per la terza edizione dei Giochi Olimpici Giovanili. La nostra Squadra Femminile ha centrato la qualificazione ottenendo un posto sulla pedana olimpica, grazie al piazzamento (diciassettesima posizione) ottenuto nella speciale graduatoria che assegnava alle sei migliori atlete piazzate nelle varie categorie del programma punteggi in base alla classifica del totale. 65 i punti ottenuti dalle nostre Azzurrine piazzate subito dietro Vietnam, Ecuador e Indonesia e davanti al Giappone, alla Bulgaria e a Taiwan.

Beffata invece la Squadra Azzurra maschile che per un solo punto non ottiene il pass olimpico: gli Azzurrini con 67 punti si classificano diciottesimi, primi dei non classificati, un solo punto dietro alla Georgia, ma davanti a Nazioni asiatiche come Corea del Nord e Vietnam ed Europee come Romania, Bielorussia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Grecia e Lituania. Proprio con queste ultime ce la vedremo nei Campionati Europei Youth in programma nel maggio 2018 in Estonia, a Tartu, dove la Nazioni non ancora qualificate avranno l’ultima chance di staccare il pass olimpico e guadagnare un posto in pedana a Buenos Aires: per raggiungere l’obiettivo e avere anche un rappresentante della Squadra Maschile ai Giochi, l’Italia dovrà piazzarsi tra le prime quattro nazioni (escluse quelle già qualificate) nella speciale graduatoria di qualificazione.

L’Italia parteciperà dunque per la terza edizione consecutiva (su tre disputate) alle Olimpiadi Giovanili, confermando la bontà del lavoro svolto con i giovani, avvalorato, peraltro, dalla medaglia di Bronzo di Mirko Zanni nel 2014: Singapore 2010, Nanjing 2014 e Buenos Aires 2018.

“E’ un grandissimo risultato – dice il Presidente della FIPE Antonio Urso – entrambe le squadre, sia la maschile che la femminile, hanno dato il massimo, per impegno e prestazioni; si sono dimostrate competitive a livello mondiale, sono stati tutti straordinari. Ovviamente un plauso va alle ragazze che hanno già ottenuto il pass olimpico ma per i ragazzi non è detta l’ultima parola perché ancora devono essere effettuati i controlli antidoping. Ce la possiamo giocare”.

Grande soddisfazione anche per il tecnico Domenico Marzullo: “Nessun rimpianto, i ragazzi hanno dato il massimo, portando a casa anche ottimi record italiani. Sarebbe troppo facile parlare col senno di poi, come dare i numeri giusti al Superenalotto dopo che è stata fatta l’estrazione; in quei momenti si hanno pochi secondi per decidere la misura successiva, poco per decidere come attaccare e come difendere. Ora di nuovo testa bassa, si pensa ai prossimi Europei”.