Carissimi tutti,

alla nostra richiesta “irrituale” di comunicazione dei vostri dati sul disagio economico che state vivendo, avete risposto in maniera oceanica, il che dimostra, da una parte la gravità della situazione e dall’altra il livello di fiducia che riponete nella nostra forza.

La situazione è tale da non consentirci promesse di alcun genere, non sarebbe serio da parte nostra e, nel contempo, sarebbe irrispettoso nei confronti delle Istituzioni che stanno lavorando per farci uscire dalla crisi.

Possiamo però promettere che ci batteremo facendo leva su tutte le forze che abbiamo, richiamando ogni singola energia, facendo fede a quel rapporto di reciprocità che è nel DNA della FIPE: desideriamo supportare le vostre istanze che sono diventate anche le nostre nel momento che avete scelto di affiliarvi a noi. E lo sono in un rapporto simbiotico che diventa vitale: senza di voi, noi non esistiamo, se voi tornerete forti come prima, lo torneremo anche noi in un meccanismo virtuoso.

Per correttezza e trasparenza reciproca, vi informo che anche noi abbiamo subito perdite consistenti: solo nel mese di marzo appena finito, abbiamo registrato minori incassi rispetto allo stesso mese del 2019 per circa 160mila Euro, proprio per il blocco generale delle attività che ha generato questo crollo delle quote associative e de ricavi della formazione; tutte risorse destinate all’attività sportiva dei nostri Atleti, dei nostri giovani, che sarebbero tornate a supporto diretto od indiretto della nostra base, quindi anche a voi, in quel mirabile meccanismo di reciprocità su cui si regge la nostra attività.

Recupereremo ne sono certo.

Porteremo le vostre istanze immediatamente al Comitato Olimpico Nazionale Italiano che si è impegnato a coordinare un tavolo con il Ministero dello Sport e con gli altri Ministeri competenti, nella considerazione che un Paese senza sport è un Paese meno sano e meno bello.

Ma non solo, assieme a tutti i Presidenti delle Federazioni Sportive Nazionali, delle Discipline Sportive Associate e degli Enti di Promozione Sportiva stiamo facendo fronte comune, sempre con il coordinamento del CONI, per presentare alle Istituzioni competenti le istanze comuni a tutti, anche qui nella convinzione che “nessuno si salva da solo” e tutti assieme siamo più forti.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

Un caro saluto ed i migliori auguri a tutti per una buona e veloce ripresa.

Antonio Urso
Presidente FIPE