Matteo Cattini e Donato Telesca alla Abuja World Cup
Matteo Cattini e Donato Telesca
Matteo Cattini e Donato Telesca alla Abuja World Cup
Matteo Cattini e Donato Telesca

Coppa del Mondo in chiaroscuro per gli Azzurri della Paralimpica. Donato Telesca e Matteo Cattini, impegnati per il primo appuntamento internazionale dell’anno in ottica olimpica, ottengono rispettivamente un quarto e un quinto posto nella 72 kg e nella 80 kg alla Nigeria Word Cup. Una trasferta difficile dal punto di vista logistico, gli spostamenti, ma anche per la difficile situazione politica che sta vivendo il Paese. Una situazione che non ha aiutato il Direttore Tecnico Sandro Boraschi e il tecnico Filippo Piegari a gestire con la giusta serenità una gara importante per gli Azzurri ma che ha comunque dimostrato la solidità del Team.

Quarto posto per Donato Telesca nella categoria 72 kg: l’Azzurro riesce a sollevare 177 kg in prima prova, mentre la seconda a 183 viene giudicata non valida. Il lucano poi non riesce invece a sollevare il bilanciere in terza prova, nuovamente caricato a 183. Primo posto per il nigeriano Nnamdi Innocent con 198 kg, argento per l’egiziano Mahmoud Attia con 193, bronzo per il connazionale Metwaly Mathna con 190.

Quinta piazza per Matteo Cattini nella categoria 80 kg; il Capitano entra in gara con una prova nulla a 167 kg, misura che riesce poi nella prova successiva, migliorata con la terza prova a 172. La gara è stata vinta dall’egiziano Mohamed Elelfat con 211 kg, argento per il nigeriano Ikechukwu Obichukwu con 200, bronzo per il brasiliano Ailton Bento De Souza con 189. Grazie a questo risultato il capitano sale di una posizione nel ranking mondiale, facendo un passo in avanti in prospettiva Tokyo 2020.

“Peccato per la seconda alzata di Donato a 183 – dice Sandro Boraschi – Se invece di due rossi e un bianco ci fossero stati un rosso e due bianchi ora staremmo qui a fare festa perché 183 per Don e 172 per Teo erano i risultati in cui speravamo. Cattini, pur avendo meno possibilità di qualifica diretta, combatte con forza per scalare il ranking. Ora ragioneremo sul calo di Donato, in prospettiva della prossima Coppa del Mondo di Manchester, fra due settimane”.