FIGCPRPIl preparatore atletico Venturati e il collaboratore tecnico Casellato dello staff del CT della Nazionale Cesare Prandelli hanno concluso oggi la loro due giorni di confronto sulle metodologie dell’allenamento della Forza con lo Staff FIPE.


Negli ultimi due giorni la palestra di pesistica del Centro di Preparazione Olimpica CONI dell’Acquacetosa ha avuto, direttamente dallo staff tecnico della Nazionale Italiana di Calcio, due ospiti d’eccezione: Giambattista Venturati, preparatore atletico della Nazionale e Renzo Casellato, Collaboratore Tecnico.
I due Tecnici hanno assistito agli allenamenti dei nostri Pesisti in collegiale permanente, studiando ed approfondendo da vicino gli esercizi per l’allenamento della forza con l’utilizzo di sovraccarichi e del bilanciere olimpico e di tutti gli esercizi ausiliari utilizzati nei programmi di allenamento della Forza esplosiva. Il confronto tra due realtà apparentemente così distanti si è consumato tra la giornata di ieri, lunedì 13 gennaio, e quella di oggi, martedì 14: i nostri Tecnici hanno condiviso con gli uomini di Prandelli il proprio bagaglio tecnico e tutta l’esperienza riguardo la metodologia e le tecniche dell’allenamento della forza con i sovraccarichi.
L’avvicinamento tra i due mondi è stato inaugurato con la presenza di Ferretto Ferretti e Giovanni Perondi alla Convention Nazionale sulla Forza di Abano e proseguito con la lezione del Presidente Urso e dello Staff Tecnico FIPE agli aspiranti preparatori atletici di Coverciano; questo nuovo capitolo nasce dalla volontà espressa dallo staff stesso del Commissario Tecnico Prandelli, spinto dalla consapevolezza della validità dello sviluppo della forza nei calciatori, sia per il miglioramento della prestazione sportiva, sia come elemento di prevenzione degli infortuni.
Come dichiarato dagli stessi protagonisti, l’auspicabile scambio di esperienze tra Tecnici di diverse discipline è una strada da intraprendere e proseguire per l’arricchimento del bagaglio culturale dei Tecnici Sportivi e di riflesso per una crescita dello sport italiano; da questo punto di vista la FIPE si pone in posizione avvantaggiata rispetto ad altre realtà proprio per le sue caratteristiche  di Federazione di servizio e al servizio di tutti gli sport.