ScarantinoAssoPPSi è appena conclusa la prima delle due giornate di gara dei Campionati Italiani Assoluti di Pesistica dedicati alla memoria di Alessandro Marinelli, giovane pesista tragicamente scomparso nello scorso mese di maggio. Oggi al Palasport di Valenzano sono stati assegnati gli otto Titoli Italiani maschili di Campione italiano assoluto.

E’ stato subito spettacolo con uno splendido Mirco Scarantino (Fiamme Oro) capace di esaltare il folto pubblico che ha gremito le gradinate dell’impianto comunale di Valenzano. Mirco ha conquistato il suo quarto titolo in carriera regalandosi due record italiani assoluti, quello di slancio con 148 kg e quello di totale con 259 kg.

Anche la 62 kg ha regalato emozioni forti, grazie al duello per il titolo tra Di Giusto (Esercito) e Avdiraj (Elektra Gym) che hanno chiuso la loro gara con lo stesso totale di 264 kg che ha premiato il biellese per il minor peso corporeo rispetto al rivale albanese.

Chiude in bellezza una stagione per lui indimenticabile anche Zanni (Pesistica Pordenone), classe 1997, che si è aggiudicato il primo titolo assoluto in carriera, nella 69 kg, con 274 kg di Totale, nuovo record italiano under 17, il terzo di giornata dopo i due di strappo. Alle sue spalle, medaglia d’argento, Alessandro Spinelli (Sport and Power CL), protagonista di un grande slancio che lo ha visto primeggiare su tutti e che gli ha fruttato la piazza d’onore sul podio finale con 273 kg. Bronzo a Pierluigi Mannella (Calendino Cosenza) con 272 kg di totale.

Hanno confermato nella 85 e nella 94 kg il titolo già conquistato lo scorso anno a Modena Nino Pizzolato e Luca Manfredi. Pizzolato ha chiuso con 340 kg di totale tentando in terza di slancio, con il titolo italiano già in tasca, il record assoluto che resiste da quasi 20 anni: 198 kg il carico del bilanciere, misura girata ma non spinta ma che sembra essere alla portata del formidabile atleta delle Fiamme Oro. In giornata di grazia anche Manfredi che ha chiuso la sua gara con sei prove valide e le misure di 155 di strappo e 175 kg di slancio. Soma e Cangemi sul podio della 85 kg, Gasparotto e Mannella su quello della 94 kg.

Nella 105 kg Pietro Noto (Fiamme Oro) si è riconfermato campione con 315 kg di totale, mentre nella +105 kg torna a ruggire Andrea Rovatti, classe 1969, che con 338 kg di totale ha preceduto sul podio Riccardo Magris fermo al totale di 332 kg.

Nella classifica per Società primo posto alle Fiamme Oro, seconda piazza per la Pesistica Pordenone e terzo posto per la Polisportiva Sacca Modena. Miglior prestazione individuale è stata quella di Antonino Pizzolato.

Particolare commozione quando il Presidente Urso ha consegnato ai genitori di Alessandro Marinelli, a nome dell’intera famiglia della Pesistica, una targa ricordo alla memoria del giovane pesista tarantino; a seguire è stato proiettato un video con immagini della, purtroppo, breve carriera di Alessandro.

Domani dalle 9.00 avranno inizio le gare femminili. Subito in pedana Genny Pagliaro nella 48 kg; la gara sarà trasmessa in diretta streaming sul sito federpesitica.it.

A - BarraSep

RISULTATI delle Finali Assoluti Maschili di Pesistica 2014

A - BarraSep

START LIST delle Finali Assoluti di Pesistica 2014

A - BarraSep

ELENCO QUALIFICATI x Società alle Finali Assoluti di Pesistica 2014

A - BarraSep