Atleti veneti sugli scudi ai Campionati Italiani Assoluti di Pesistica Olimpica, che si sono svolti, gli scorsi sabato 15 e domenica 16 dicembre, presso il prestigioso “PalaCannizzaro” di Caltanissetta.
Carlotta Brunelli, recentemente ritornata a vestire i colori della Bentegodi, dopo un lungo periodo di militanza con il Gruppo Sportivo Fiamme Oro di Roma, ha conquistato il suo ottavo titoli italiano assoluto, nella categoria dei 75 kg., infilandosi al collo tre scintillanti medaglie d’oro, vincendo le tre classifiche assolute nello strappo, nello slancio e nel totale olimpico.
La fuoriclasse bentegodina ha sollevato 194 kg. di totale, 88 kg. nell’esercizio di strappo e 106 kg. in quello di slancio, confermandosi ancora una volta tra le migliori atlete italiane e riportando a Verona un titolo assoluto di Pesistica che mancava da qualche anno.
La sua carriera è iniziata nel 2006, a 13 anni, ai Giochi della Gioventù, con la Scuola Media Don Mazza di Verona e dopo alcuni anni di attività, già campionessa italiana ed azzurra, era passata alle Fiamme Oro, dalle quali è uscita quest’anno, per rivestire orgogliosamente la casacca bentegodina, che grazie alle sue recenti prestazioni, ritorna così agli antichi splendori.
Anche se non è salito sul podio, Davide Faggioni, l’altro bentegodino in gara, ha garantito un’altrettanto grande prestazione, piazzandosi al quarto posto nella categoria dei +105 kg., con un complessivo di 291 kg., 126 kg. sollevati nello strappo e 165 kg. sollevati nello slancio.
Per lui, nuovi record personali e il raggiungimento della zona “Top” dei migliori pesisti nazionali. Buoni piazzamenti anche per i tre atleti della Spes Mestre, con due quinti posti, per Elisa Mescalchin, nei 75 kg., con un totale di 166 kg. (74+92) e Federico Basili, nei 94 kg., con un complessivo di 268 kg. (123+145), oltre al settimo posto di Gioia Barbiero, nei 48 kg., con 115 kg. sollevati nel totale olimpico (50+65).