La Federazione Italiana Pesistica si congratula con il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, eletto membro dell’executive board dell’Ipc, il Comitato Paralimpico Internazionale. E’ la prima volta che un dirigente sportivo italiano entra a far parte della massima istituzione del movimento paralimpico mondiale. Luca Pancalli affiancherà, insieme agli altri ‘member at large’ dell’executive board, il brasiliano Andrew Parsons, eletto presidente dell’International Paralympic Committee con 84 voti su 163, che prende il posto di Philip Craven. Una candidatura, quella di Pancalli, che era stata caldeggiata dal presidente uscente dell’Ipc il quale, durante le Paralimpiadi di Rio, aveva suggerito il numero 1 del Cip quale figura fondamentale per lo sviluppo del mondo paralimpico negli anni a venire. Si tratta di un traguardo storico, che premia il lavoro dell’intero movimento paralimpico italiano che negli ultimi anni ha saputo proporre un modello organizzativo di alto livello, arrivando anche al riconoscimento del Cip come Ente Pubblico.

Il nuovo Executive board dell’Ipc – così come emerso dalla 18esima Assemblea Generale dell’International Paralympic Committee – oltre al presidente Andrew Parsons e Luca Pancalli, è composto dal Vice Presidente Duane Kale (Nuova Zelanda), Yasushi Yamawaki (Giappone), Mohamed Alhameli (Emirati Arabi), Tim Reddish (Gran Bretagna), Sung-il Kim (Corea del Sud), Debra Alexander (Sudafrica), Marianna Muffy Davis (USA), Leonel da Rocha Pinto, Juan Pablo Salazar, Rita Van Driel (Olanda).