Sabato 20 maggio, presso il palasport di Wateford (Irlanda), si è concluso il 33° Campionato Europeo Master dove si sono sfidate le rappresentative di oltre 30 Nazioni. 14 gli atleti italiani presenti all’evento, otto uomini e sei donne, che sono riusciti a conquistare in tutto 5 medaglie, di cui 4 d’oro. Per ben quattro volte quindi è risuonato l’inno di Mameli grazie alle straordinarie performance di Ilaria Scopece, oro nella cat. kg 55 W35 con il totale di 146 kg (67+79), Federica La Franca, oro nella cat. kg 71 W40 con il totale di 163 kg (69+94) e Rachele Favero, oro nella cat. kg 81 W40 con il totale di 150 kg (67+83); per gli uomini oro di Riccardo Gaudino nella cat. kg 89 M35 con il totale di 269 kg (121+148), davanti di un solo kg a Simone Minicucci che fino all’ultimo ha conteso l’oro al rivale fermandosi al totale di 268 kg (118+150).

Quattro atleti sono arrivati a ridosso del podio, 4° posto per Valeria Spina nella cat. kg 76 W35 con il totale di 150 kg (63+87), Maurizio Frattaruolo nella cat. 67 M35 con il totale di 186 kg (81+105), 255 kg di totale per Marco Maestroni, cat. kg 81 M35 (115+140) per lui la soddisfazione quale miglior Sinclair degli italiani, Ivan Trentalange cat. 102 M40 con 210 kg di totale (93+117).

Buone le prestazioni di Augusto Altavilla cat. 81 M35 (91+114), Bernardino Pasquali cat.81 M40 (80+96), Francesca Arena cat. 76 W35 (61+87) ed Emanuela Amisani cat. kg76 W50.

Sfortunata la partecipazione di Matteo Canfarotta, candidato all’oro nella cat.kg 109 M40, fermato nel warm up da un risentimento muscolare.

Prossimo appuntamento nel mese di agosto, con i Campionati mondiali master di Cracovia (Polonia).