Zanni MircoSi è disputata a Modena la 108esima edizione dei Campionati Italiani Assoluti di Pesistica, edizione dedicata alla memoria dell’indimenticato Antonino Oneri. I migliori pesisti italiani si sono sfidati a colpi di kg dando vita a un grande spettacolo di cui hanno goduto gli spettatori presenti.

Sabato sono stati assegnati i titoli maschili. Cinque dei campioni in carica hanno confermato il proprio titolo: Mirco Scarantino (Fiamme Oro) nella 56 kg, Calogero Guarnaccia (Atletico Ercole) nella 62 kg, Pierluigi Mannella (Calendino Cosenza) nella 69 kg, Giorgio De Luca (Fiamme Oro) nella 77 kg e Manlio Di Salvo (Fiamme Oro) nella +105 kg. Prima volta sul tetto d’Italia nella categoria fino a 85 kg per Nino Pizzolato (Dynamo Bagheria) che continua nella sua impressionante crescita gara dopo gara a suon di record italiani sbriciolati (stavolta 4 Under 17 e 4 Juniores). Nella 94 kg e nella 105 kg i Titoli sono andati al duo delle Fiamme Oro Manfredi – Noto. Record under 17 (2 di strappo e uno di Totale) anche per Mirco Zanni, bronzo nella 62 kg alle spalle di Guarnaccia e Di Giusto.
Emozioni e spettacolo che non sono mancati neanche nelle gare femminili. Nella 48 kg Genny Pagliaro (CS Esercito) ha conquistato l’undicesimo titolo assoluto della sua carriera con il minimo sforzo; primi titoli assoluti in carriera per le palermitane Natalia Farina (Vlassof 200) e Jennifer Lombardo (Fiamme Azzurre) nella 53 e nella 58 kg. Strepitose le prestazioni delle due ragazze del Centro Federale di Valenzano Giorgia Bordignon (Fiamme Azzurre) e Grazia Alemanno (Body’s Training Copertino): la varesina nella 63 kg ha conquistato il settimo Oro Assoluto della carriera abbattendo sei primati assoluti (2 di strappo, 1 di slancio e 3 di Totale), mentre la salentina si è aggiudicata il quinto titolo consecutivo nella rassegna nazionale più prestigiosa, migliorando i record assoluti di strappo, slancio e totale.
Sorpresa nella 75 kg dove la favorita Carlotta Brunelli dopo aver dominato nello strappo è finita fuori gara nello slancio non riuscendo a sollevare i 100 kg di ingresso, consegnando il Titolo a Giada Dijust (CS Esercito) mentre nella categoria oltre i 75 kg Roberta Buttiglieri (Fiamme Azzurre) si è confermata ancora la migliore, stabilendo anche il nuovo record italiano juniores di slancio con la misura di 111 kg.
Nella classifica delle Società Sportive primo posto per le Fiamme Oro nella classifica femminile e per le Fiamme Azzurre nella classifica maschile.
Questi Campionati sono stati dedicati alla memoria dell’indimenticato Antonino Oneri. A Modena era presente il figlio Francesco a cui il Presidente Urso ha consegnato una targa a nome della Federazione tutta a ricordo del papà e della sua immensa passione per la nostra disciplina. Il Presidente ha consegnato anche la benemerenza assegnata dal Consiglio Federale al Maestro Egidio Calistroni e all’ Ufficiale di Gara Claudio Ciani.
La gara si è disputata al Pala Molza di Modena e sabato, durante le gare maschili, ha visto la partecipazione dei ragazzi di Special Olympics, che nei giorni precedenti i Campionati si sono allenati presso la Labas di Parma, società organizzatrice della manifestazione. Questi ragazzi, affetti da disabilità intellettiva, sono saliti sulla pedana alla stessa maniera dei futuri campioni italiani, dimostrando una capacità di apprendimento della tecnica e del controllo dell’attrezzo davvero speciali.


RISULTATI delle Finali Nazionali Assoluti 2013


VIDEO STREAMING di tutte le alzate dei Campionati Italiani Assoluti (easywl.com)