paraL’azzurro ha ottenuto il pass, a seguito dell’esclusione dai Giochi della Russia.
L’Atleta suzzarese rappresenterà, insieme a Martina Barbierato, l’Italia della Pesistica Paralimpica ai Giochi Paralimpici, che si terranno a Rio de Janeiro dal 7 al 18 settembre.
Matteo e Martina, dopo anni di sacrifici e di soddisfazioni, realizzano così il loro obiettivo; faranno parte degli Atleti della pesistica paralimpica più forti al mondo che si contenderanno i rispettivi podi.
La FIPE ha iniziato “ufficialmente” solo dal 2011 la propria attività con gli Atleti disabili e al primo quadriennio centra già un esaltante risultato, portando i due Atleti di punta a partecipare alle Paralimpiadi.
Il tutto grazie anche e soprattutto al CIP (che ha creduto nel progetto FIPE sin dall’inizio), nonché grazie allo Staff Tecnico Nazionale della Pesistica Paralimpica per la dedizione e la costanza con cui ha seguito gli Atleti.
La presenza a Rio de Janeiro dei due Azzurri, oltre a rappresentare la gratificazione più grande per il mondo della Pesistica Paralimpica, costituirà un volano straordinario per questa disciplina sportiva, che può dare molte soddisfazioni sportive ma – allo stesso tempo – può essere di aiuto per molti ragazzi disabili (anche dal punto di vista del rafforzamento muscolare e scheletrico oltre che psicologico e motivazionale).
Il recente riconoscimento della FIPE – da parte del CIP – da Disciplina Associata a Federazione Sportiva Nazionale, unitamente alla partecipazione di Matteo Cattini e Martina Barbierato alle Paralimpiadi di Rio, chiudono un quadriennio olimpico sportivo ricco di soddisfazioni e foriero di un futuro solido ed entusiasmante.