Spenti i riflettori sull’11ma edizione dell’Internationaler Alpen Cup di pesistica olimpica, tradizionale competizione riservata alle rappresentative regionali delle nazioni dell’arco alpino e quindi Italia, Svizzera, Germania e Austria. La Lombardia, rappresentata da due squadre, maschile e femminile, si è confermata tra le migliori di sempre, con la squadra femminile è riuscita nella storica impresa di interrompere il predominio tedesco costituito dal Bayer di Monaco, i maschi hanno agguantato un secondo posto, in linea con le annate precedenti, alle spalle della compagine bavarese. Le nostre ragazze, caricate al massimo, hanno esordito con Marika Armano, cat. 53kg,terza posizione per lei con il totale di 102 chili (45+57), a seguire Francesca Masserini, cat. 63 kg,ottimo seconda piazza con 157 kg (74+83), Elisa Mariani bissava la seconda posizione nella cat. 69 kg sollevando kg (157 kg), terzo posto per Valentina Cesaroni nella cat. Più 69 con 161 chili (74+87). Grazie a questi risultati la squadra femminile si è aggiudicato il gradino più alto del podio regolando i team del Bayern, della Svizzera, del Tirolo e delle tedesche del Grundstadt. Per i maschi, capaci di realizzare 4 ori e 3 argenti un secondo posto che va stretto, rappresentato dalle performance di Samuele Giavarini, cat. 56 kg, argento con kg 156 (70+86),Matteo Merlini e Stefano Amante comandano nella cat. 62 kg, rispettivamente con 206 kg (91+115) e kg 195 (85+110), uguale risultato per Marco Cotena e Luca Cosmai, ottimo totale di kg 252 (112+140) per Marco seguito Luca che agguanta il secondo posto all’ultima prova, per lui kg 206 (84+122). Carmelo Cimino, cat. 77 kg, non lascia scampo alla concorrenza, dominando la gara senza patemi, 230 kg il suo totale (110+120). Ultimo atleta Lombardo in gara, Robert Mircea, con una prestazione monstre ha regolato con un distacco abissale il secondo classificato del Vorarlberg , ben 73 chili di differenza, Robert chiude la gara con il totale di 292 kg (130+162) confermandosi quali interessante novità nel panorama nazionale juniores. Le due squadre sono state magistralmente coordinate dai due tecnici, Claudio Palumbo e Davide Nigro, per il settore arbitrale era presente Giorgio Braga, rappresentante dell’Italia agli ultimi giochi olimpici di Rio. Grande e ovvia soddisfazione del Capo Delegazione, Sabrina Greco, che ha ringraziato ogni singolo partecipante per l’impegno e la passione profusa in questo incontro internazionale, di uguale tenore il commento del rappresentante FIPE, Giovanni Podda. Arrivederci quindi alla prossima edizione dell’Alpen Cup, nel 2019 sarà la città di Rum , Austria,ad ospitare la 12ma edizione.