Il Presidente FIPE Antonio Urso, nella veste di nuovo Segretario Generale e Tesoriere della Federazione Internazionale, è stato ricevuto ieri a Losanna dal CIO, insieme al Presidente IWF Mohammed Jalood e la Vice Presidente Ursula Papandrea. All’indomani delle elezioni che hanno ridefinito i vertici della Pesistica Mondiale, il Comitato Olimpico Internazionale ha condiviso con loro le condizioni per restare in pista anche dopo le Olimpiadi di Parigi 2024.

L’IWF sarà monitorata e attenzionata, ha fatto presente il CIO, che ha già dato da tempo un deciso ultimatum: se non cambieranno le cose la pesistica rischia l’esclusione dai Giochi già da Los Angeles 2028. “E’ stato un incontro importante – ha detto il Presidente Urso al termine del colloquio – sono molto soddisfatto perché abbiamo condiviso che questo è il punto di partenza di una nuova era della Pesistica Mondiale. Ovviamente il CIO chiede dei fatti concreti, chiede una programmazione e la presentazione di progettualità che guardino al futuro, soprattutto per quanto concerne la Governance dell’IWF. Ci ha dato una deadline, ossia la riunione dell’Esecutivo che ci sarà il prossimo 13 luglio, giorno in cui si sancirà definitivamente la strada che vorrà intraprendere la Federazione Internazionale. Le scelte sono due: o avviare un nuovo percorso o riproporre strade già note, il che equivarrebbe ad un suicidio collettivo. Spetterà dunque a noi, Esecutivo IWF, far comprendere che vogliamo esserci, perché il CIO è stato molto chiaro: vuole fatti, e li vuole subito. Dopo l’estate dovremo dunque relazionare sul nuovo assetto internazionale. Prossimo, cruciale, step sarà dunque la riunione del 13 luglio in cui presenterò il mio piano d’azione, i cui punti principali restano sempre i seguenti: riassetto della Governance, trasparenza economica e lotta al doping”.