Si è concluso oggi dopo le gare femminili, l’intenso week end di Pesistica al Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, dove si sono svolte le finali del Campionati Italiani Seniores.

Appassionanti e affatto scontate le competizioni femminili, che hanno festeggiato anche diversi nuovi record nazionali. Tante le atlete azzurre impegnate, i cui risultati erano importanti in vista della preparazione per il prossimo evento internazionale, gli Europei di fine marzo a Bucarest.

La giornata è iniziata con il confronto casalingo delle sorelle Pagliaro, che si sono sfidate sulla pedana della categoria 48 kg; nello strappo la ‘piccola’ Alessandra ha fatto valere il suo titolo di Campionessa Europea Juniores in carica, superando la sorella maggiore, anche se di un solo kg. Nello slancio però è venuta fuori tutta la maturità agonistica di Genny che, con un trittico di prove positive a 83, 85 e 90, ha avuto la meglio su Alessandra che invece si è fermata a 83. Oro quindi per Genny Pagliaro (70+90=160), argento per Alessandra Pagliaro (71+83= 154), bronzo per  Mariateresa Ricci (55+68= 123).

“Ormai la mia sorellina è cresciuta e inizia a darmi filo da torcere in pedana – confida Genny – Alessandra sta diventando un’atleta matura e sono convinta che, essendo ancora molto giovane, potrà fare molta strada. Le auguro, da atleta ma soprattutto da sorella maggiore, di avere una carriera splendida!”. Pronta la risposta di Alessandra: “Oggi Genny ha vinto ma… solo per oggi, perché da adesso in poi me la batterò!”. Entrambe comunque concordano nel considerare quella odierna come una gara di passaggio: “Era un test importante in vista degli Europei – prosegue Alessandra – per i quali stiamo lavorando intensamente”.

Bellissima la gara della categoria 53 kg dove non è stata affatto scontata la vittoria di Giorgia Russo. L’atleta dell’Esercito infatti, nella specialità dello strappo, è stata scavalcata da Lucrezia Magistris che, con un’eccellente evoluzione, ha sollevato in terza prova 79 kg, lasciando l’avversaria indietro di 5 kg. La Russo ha ristabilito gli equilibri nello slancio dove ha sollevato 100 kg, mentre la Magistris si è fermata a 94. 1 solo kg quindi (174 a 173) ha consegnato l’oro nel totale all’azzurra classe ’93. Terza piazza infine per Alessandra Marras con 70 kg di strappo, 86 di slancio per un totale di 156 kg.

Jennifer Lombardo ha trionfato nuovamente nella categoria 58 kg, in una gara lottata fino all’ultima alzata. L’atleta delle Fiamme Azzurre infatti ha superato di un solo kg la sua diretta contendente Natalia Farina nella specialità dello strappo (80 kg a 79) mentre nello slancio è rimasta valida la sua prima prova a 100 kg, fallendo seconda e terza a 106, restando in balia di possibili migliori prove delle avversarie. La Lombardo è comunque riuscita a conquistare l’oro con un totale di 180 (80+100), davanti a Natalia Maria Farina (79+95= 174) e a Francesca Masserini (75+88= 163).

Due sole le prove valide per Maria Grazia Alemanno, ma quelle sono bastate per consentirle di rimanere regina della 63 kg. L’atleta dell’Esercito ha dovuto subire “l’attacco” di Isabella Gentiluomo, che le ha dato filo da torcere fino all’ultimo, almeno nello strappo. Per la Alemanno resta dunque valida la seconda alzata a 88 kg nello strappo mentre nello slancio si ferma alla prima, a 105 kg, per un totale di 193 kg. Argento quindi per la Gentiluomo, autrice di una buona prestazione con 85 + 94= 179; bronzo per Maria Antonella  Pizzolato  (76+101= 177).

Gara senza storie quella della 69 kg, dove ha letteralmente trionfato Giorgia Bordignon che ha portato a casa ben 5 record italiani. Prima il doppio record consecutivo nello strappo, a 102 e 105, poi quello di totale con 122 di slancio in prima prova; infine con la seconda prova di slancio riesce contemporaneamente a mettere la firma sul nuovo primato di slancio a 127 kg e di totale a 232! Il migliore degli antipasti prima degli Europei: “I chili di oggi sono molto importanti e rappresentano un trampolino di lancio in vista dei campionati continentali del mese prossimo – conferma l’atleta della Polizia Penitenziaria – Ho migliorato i miei record personali e assoluti e devo confessare che è una soddisfazione immensa toccare questi chili, essere la prima in Italia a raggiungere certe quote! A distanza di tre mesi dai Mondiali era importante tornare a questi numeri. Però c’è ancora benzina per fare nuovi record, per migliorarmi ancora! Le carte ci sono, le energie anche, la testa pure, vediamo cosa esce fuori agli Europei”.

Nella stessa categoria da segnalare anche il record di strappo juniores di categoria per Milena Gianelli a 84 kg; la giovanissima classe ’98 si è piazzata seconda dietro la Bordignon con 105 kg di slancio e 189 di totale. Dietro di lei Alessia Durante, bronzo con 81 di strappo, 105 di slancio e 186 di totale.

Vittoria senza intoppi per Carlotta Brunelli nella categoria 75 kg; l’atleta delle Fiamme Oro sale sul gradino più alto del podio con 88 di strappo, 104 di slancio e 192 di totale. Seguono a distanza di sicurezza Elisa Mescalchin (75+91= 166) e Yasmina Abu Sharay (75+90= 165).

Nell’ultima gara della +75 kg si conferma al vertice Anna Chiara Cataldo, oro di strappo con 84 kg, di slancio con 108 e di totale con 192 kg. Dietro di lei Mariana Samoila, argento con 83+91= 174 di totale, e Luisa Miserendino, bronzo con 72+89=161 di totale.