Alla prima giornata dei Mondiali Juniores a Tashkent in Uzbekistan, l’Azzurra Giulia Imperio conquista la medaglia di bronzo nello strappo, nella categoria 49 kg, sollevando 85 kg in seconda prova. Una misura che segna anche il nuovo record italiano di specialità. Purtroppo, l’Azzurra del CS Esercito è vittima di un piccolo incidente in terza prova, che compromette il seguito della competizione; non va infatti la gara di slancio per Giulia, con tre nulli nella specialità. Gara tesa anche per Martina Bomben, l’altra Azzurra in gara; per lei 71 kg di strappo sollevati in terza prova, mentre nello slancio, dopo due prove a vuoto, la veneta solleva 88 kg al terzo tentativo, per un totale di 159.

La gara è stata vinta dall’indonesiana Windy Cantika Aisah con 191 kg (86 + 105), argento alla rumena Cambei con 185 (86 + 99), bronzo alla colombiana Berrio Zuluaga con 177 (76 + 101).

Il primo degli Azzurri in gara in questa avventura mondiale è stato il nisseno Federico La Barbera, protagonista della categoria 55 kg; al suo esordio sulla pedana Mondiale, La Barbera ottiene un quarto posto nel totale con 223 kg. Per il nisseno quinta piazza di strappo con 98 kg e quinta di slancio con 125. La gara è stata vinta dal Kazako Ablay Auyelkhanov con 248 kg (108 + 140).

Domani alle ore 13.00 appuntamento per Sergio Massidda e Davide Ruiu nella categoria 61 kg.