Comunicato Federale N. 6
Quadriennio Olimpico 2021 | 2024
Roma, 27 ottobre 2023

Delibere del Consiglio Federale dell’30 settembre e del 21 ottobre 2023

È stata deliberata la nuova Normativa Rimborsi Trasferte che recepisce le novità disposte dalla Legge Sportiva D.Lgs. 36/21 e che specifica la modalità di richiesta rimborsi per i lavoratori sportivi autonomi, possessori di Partita Iva.

Normativa Rimborsi Trasferte 2023/2024

Calendario Agonistico Federale 2024 - Provvisorio

È stato deliberato il Calendario (provvisorio) dell’Attività Agonistica Federale 2024.

CLICCA E SCARICA IL CALENDARIO – PROVVISORIO

Programma Attività Agonistica Federale 2024 (PAAF)

Nuovo Programma Attività Agonistica Federale 2024

Sono state deliberate le seguenti novità principali (comprese quelle regolamentari dell’IWF) che verranno recepite all’interno del Programma Attività Agonistica Federale 2024 (di prossima stesura e divulgazione):

Turni Open Regionali di qualificazione alle Finali Nazionali di PO:

  • Sono stati ridotti da 6 a 3 (nelle date indicate nel Calendario provvisorio dell’Attività Agonistica Federale 2024) e concorrono – assieme alle finali stesse ed alle gare ufficiali internazionali – alla stesura delle Ranking List di Qualificazione alle Finali Nazionali;
  • Per tutte le Finali Nazionali in Calendario (tutti i Campionati ad eccezione dei Campionati Italiani Esordienti 13 e dei Campionati Assoluti di Specialità che sono a iscrizione e che si svolgono con la formula della classifica nazionale d’ufficio) si entra nella ranking list di qualificazione acquisendo un solo risultato valido (i fuori gara non sono considerati risultati validi);
  • Nel limite massimo di n.6 Atleti per Categoria, è consentito l’accesso a tutte le Finali Nazionali, nel rispetto dei requisiti di cui al punto precedente, anche a chi non abbia raggiunto i minimi di partecipazione, ove previsti; in questo caso, però, le ASD/SSD degli Atleti che dovessero aver acquisito l’accesso alle Finali Nazionali senza i minimi federali, non percepiranno alcun contributo di partecipazione, né per gli Atleti interessati né per i rispettivi tecnici. Per quanto riguarda l’assegnazione dei voti plurimi, gli Atleti che gareggiano in Finale pur non avendo raggiunto i minimi di accesso acquisiranno i punteggi previsti dal 1° al 6 posto dallo Statuto Federale, a seconda del piazzamento ottenuto nella Finale Nazionale stessa
  • I Comitati Territoriali sono tenuti a mettere in Calendario regionale i tre turni suddetti; nei casi straordinari in cui, nonostante la messa in Calendario dell’evento, un Comitato non sia nelle condizioni di organizzare il Turno Open (es: per scarso numero di partecipanti, per limitate risorse economiche, per indisponibilità sedi, etc.) e ne annulla dunque l’organizzazione, si introducono (a carico del Comitato che ha disdetto l’organizzazione) i due seguenti dispositivi normativi:
    • contribuzione obbligatoria – nel rispetto delle tabelle federali vigenti utilizzate anche per le Finali Nazionali – per le Società della Regione che sono costrette a recarsi in altro Comitato;
    • contribuzione obbligatoria all’aspetto organizzativo riguardo agli Ufficiali di Gara tramite messa a disposizione del personale arbitrale della propria regione, oppure (in caso di assenza di personale arbitrale) contribuzione in quota parte alle spese sostenute dal Comitato Territoriale ospitante.
  • Confermata la quota di iscrizione di 10 euro, ma con estensione del pagamento a tutti gli Atleti Agonisti di tutte le classi di età (ad esclusione dei Pre-agonisti), anche per le gare di Para Powerlifting.

 

Operazioni di Peso gare di Pesistica Olimpica: Novità Regolamentari

È già in vigore l’aggiornamento al Regolamento tecnico internazionale introdotto in data 26 luglio 2023 dalla Federazione Internazionale, con particolare riferimento in maniera particolare riguardo alle nuove modalità delle operazioni di peso (norma 6.4 – punto 10).

Nel dettaglio, tutti gli Atleti, devono presentarsi in sala peso indossando obbligatoriamente il costumino da Pesistica per effettuare le previste operazioni di peso indossandolo.

Se l’Atleta ha un peso corporeo superiore a quello della categoria di peso dove risulta qualificato, può beneficiare di una tolleranza massimo fino a 250 (duecentocinquanta) grammi rispetto al peso personale rilevato dalla bilancia, considerando la tara del peso del costume da gara.

Inoltre: l’Atleta non deve indossare scarpe o calzini o qualsiasi altra calzatura durante il peso.

Se l’Atleta rientra nella categoria di peso dove si è qualificato, il peso corporeo rilevato sulla bilancia deve essere registrato così come appare, senza alcuna detrazione.

NB: il costume da indossare nelle operazioni di peso può essere lo stesso o delle medesime caratteristiche regolamentari di quello da indossare in gara.

Per le gare di Distensione su Panca e Para Powerlifting, invece, nulla è cambiato rispetto ai Regolamenti tecnici in vigore e pubblicati sul sito federale: dunque, per questo tipo di gare, non vige l’obbligo di pesatura con il costumino.

 

Introduzione Nuove Tabelle Sinclair

A far data dal 1° gennaio 2024 verranno introdotte le nuove tabelle Sinclair deliberate dalla Federazione Internazionale.

Nuove Tabelle Sinclair

 

 

Abbigliamento in Gara e nei momenti celebrativi per Tecnici e Atleti

  • All’interno dell’area di gara (comprese area riscaldamento e zone celebrative e premiali) possono accedere solo tesserati alla FIPE, o altre figure purché accreditate dai comitati organizzatori con specifiche funzioni relative all’organizzazione dell’evento;
  • I Tecnici possono assistere i propri Atleti (in sala riscaldamento ed in zona gara) solo se vestiti con abbigliamento sportivo (comprese le calzature);
  • gli Atleti hanno l’obbligo di salire sul podio con costumino da gara o, al più, con tuta (sociale o no) e con calzature adeguate (scarpe da pesistica o da ginnastica);
  • in fase di premiazione è fatto divieto di portare sul podio vessilli, bandiere, striscioni ed ogni altro oggetto diverso dall’abbigliamento sportivo della Società di appartenenza.

 

Gare Promozionali (non presenti in Calendario) organizzate dai Comitati Territoriali

  • I Comitati Territoriali hanno la possibilità di organizzare gare promozionali delle discipline federali nel rispetto dei Regolamenti Tecnici delle stesse: unica deroga è consentita sul numero degli Arbitri di Pedana, che – nella Pesistica Olimpica – possono essere organizzate con la sola presenza dell’Arbitro Centrale;
  • per questa tipologia di gare promozionali, devono essere utilizzati Ufficiali di Gara FIPE regolarmente qualificati e tesserati nell’anno in corso e sono previste quote di partecipazione, che possono variare a discrezione di ciascun Comitato;
  • tali gare promozionali non possono dare per nessun motivo titolo per l’inserimento nelle ranking per la partecipazione alle Finali Nazionali, per l’assegnazione del voto di base, per l’omologazione di Record, né per maturare utilità contributive, premiali o curriculari, da parte della Federazione e dei Comitati;
  • per queste gare, in nessun caso, può nemmeno essere prevista una Classifica Nazionale d’ufficio e i Comitati Regionali organizzatori non possono dare a questo tipo di gara valenza di Campionato Regionale con relativa assegnazione di Titoli di Campione Regionale.

 

Gare Regionali valevoli l’assegnazione dei titoli di Campione Regionale

È facoltà di ciascun Comitato individuare una gara (tra i tre turni open regionali obbligatori inseriti nel Calendario) e assegnarle la valenza di Campionato Regionale (con conseguente assegnazione e premiazione del Campione Regionale.

 

Finali Nazionali: allungamento dei tempi di rinuncia con sostituzione

Viene estesa la possibilità di sostituire atleti rinunciatari alle Finali Nazionali fino al lunedì precedente la Finale stessa. In caso di comunicazione di rinuncia, viene ammesso alla Finale il primo dei non qualificati.

 

Para Powerlifting

  • La Finale Nazionale dei Campionati Italiani Assoluti di Para Powerlifting si disputerà nella stessa sede e nella stessa data (con alternanza sabato/domenica) delle Finali Nazionali dei Campionati Italiani Assoluti di Distensione su Panca;
  • introduzione quota di iscrizione per tutte le gare (regionali e nazionali);
  • reintroduzione della Coppa Italia di Para Powerlifting nelle sedi regionali con la formula della classifica nazionale d’ufficio

Inoltre

Ricordiamo che le Società Sportive, per perfezionare l’iscrizione alle gare (dove è previsto il pagamento della quota), hanno a disposizione un secondo termine, con scadenza perentoria entro le ore 12.00 del terzo giorno successivo al termine “naturale” di chiusura iscrizioni (21 giorni prima del termine ultimo di disputa della gara), per consentire, a chi avesse avuto qualunque tipo di problema, una seconda chance di iscrizione; in questo caso è prevista una quota maggiorata di € 20,00 per ogni Atleta iscritto, anche per le Classi di età normalmente esentate dal pagamento delle quote di iscrizione (Esordienti 13 e Esordienti Under 15).

La nuova Legge sul Lavoro Sportivo individua delle figure/mansioni ben precise, che a fronte di un corrispettivo di pagamento, possono essere inquadrate all’interno della nuova disciplina; alcune sono state individuate dal Legislatore, altre dalla Federazione, per le quali però si attende l’approvazione formale da parte dell’Autorità di Governo.

Il Consiglio Federale, pertanto, ha deliberato le ulteriori mansioni necessarie per lo svolgimento dell’attività sportiva federale che possono essere utilizzate anche dalle ASD/SSD affiliate per l’applicazione delle disposizioni sul lavoro sportivo.

MANSIONI NECESSARIE ALLO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’ SPORTIVA, DIDATTICA E FORMATIVA PER LA FIPE E LE SUE AFFILIATE 

 

Di seguito riportiamo le macrocategorie, che nell’allegato suddetto, sono dettagliate per ciascuna voce, alle quali fare riferimento nell’applicazione della nuova legge:

  1. ATLETA (cat.1 “Mansionario FIPE”);
  2. ALLENATORI/ISTRUTTORI/PERSONAL TRAINER/TECNICI FORMATORI (cat.2 “Mansionario FIPE”);
  3. PREPARATORE FISICO-SPORTIVO/ATLETICO (categoria 3 “Mansionario FIPE”);
  4. DIRETTORI TECNICI (categoria 4 “Mansionario FIPE”);
  5. DIRETTORI SPORTIVI (categoria 5 “Mansionario FIPE”);
  6. DIRETTORI DI GARA/UFFICIALI DI GARA (categoria 6 “Mansionario FIPE”);
  7. ALTRI ADDETTI          (categoria 7 “Mansionario FIPE”).

Sono escluse dal “Lavoro Sportivo” le collaborazioni di carattere amministrativo-gestionale “pure”, cioè quelle svolte da collaboratori non necessariamente tesserati che si occupano esclusivamente della gestione contabile e delle pratiche di segreteria e che non siano professionisti, per il cui esercizio devono essere iscritti in appositi albi od ordini professionali.

Ricordiamo che – ai fini del mantenimento dell’iscrizione al Registro Nazionale delle Attività Sportive Dilettantistiche (RAS) per il 2024 – è necessario adeguare il proprio Statuto – entro il 31 dicembre 2023 – nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs n.36/2021 (con particolare riguardo al comma 1 dell’Art. 7); si rappresenta che, in caso di mancata conformità (… entro la data sopra riportata …) dello Statuto Societario, il Dipartimento per lo Sport procederà con la cancellazione d’ufficio dell’Associazione/Società Sortiva dal RAS.

Per completezza d’informazione, riportiamo – qui di seguito – i “punti” principali che (laddove non già ricompresi) devono essere inseriti/riportati all’interno del proprio Statuto Societario:

PER L’OGGETTO SOCIALE:

“… l’esercizio in via stabile e principale dell’organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche, ivi compresa la formazione, la didattica, la preparazione e l’assistenza all’attività sportiva dilettantistica”;

In più, deve essere inserito (solo se veramente il Sodalizio Sportivo svolge anche altro): “… possibilità di esercitare anche attività diverse da quelle principali a condizione che abbiano carattere secondario e strumentale rispetto alle attività istituzionali secondo i criteri e i limiti previsti dall’Art. 9 del Dlgs. 36/21 e successive modificazioni e integrazioni”;

INSERIMENTO DELLA CLAUSOLA PER CUI È FATTO DIVIETO AGLI AMMINISTRATORI:

“… di ricoprire qualsiasi carica in altre Società o Associazioni Sportive Dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata o Ente di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e ove paralimpici, riconosciuti dal CIP”;

PER L’ASSENZA DI FINE DI LUCRO VERIFICARE LA CLAUSOLA DI DIVIETO DI DISTRIBUZIONE INDIRETTA DI UTILI:

“… è vietata la distribuzione, anche indiretta, di utili ed avanzi di gestione, fondi e riserve comunque denominati, a soci o associati, lavoratori e collaboratori, amministratori ed altri componenti degli organi sociali, anche nel caso di recesso o di qualsiasi altra ipotesi di scioglimento…………”.

Si rappresenta che è possibile dare seguito all’adeguamento del proprio Statuto Societario attraverso lo svolgimento di Assemblea Straordinaria dei Soci, al termine della quale andrà redatto apposito Verbale che dovrà, poi, essere presentato all’Agenzia delle Entrate.

Preme evidenziare che le modifiche statutarie sono esenti dall’imposta di registro (Art. 12, comma 2bis – D.Lgs n.36/2021).

Il Documento “registrato” dovrà, quindi, essere inviato (in formato Pdf) alla scrivente Segreteria (all’indirizzo di posta elettronica statuti@federpesi.it), per consentire l’inoltro al R.A.S.

Si ricorda che – in attuazione dell’art.16, comma 2 del d. lgs, 39/2021 – sono state pubblicate in data 31/08/2023 (sui Siti Federali e sui Social), le “Linee Guida FIPE per la predisposizione dei Modelli organizzativi e di controllo dell’attività sportiva e dei Codici di condotta a tutela dei minori per la prevenzione delle molestie, della violenza di genere e di ogni altra condizione di discriminazione”.

Le ASD/SSD affiliate hanno tempo dodici mesi dall’emanazione/pubblicazione delle Linee Guida federali (entro e non oltre, quindi, il 31 agosto 2024) per predisporre e adottare propri Modelli organizzativi e di controllo dell’attività sportiva nonché codici di condotta ad esse conformi.

Le ASD/SSD, pertanto, sono tenute a:

  • nominare – entro il 1° luglio 2024 – un Responsabile contro abusi, violenze e discriminazioni (allo scopo di prevenire e contrastare ogni tipo di abuso, violenza e discriminazione sui tesserati nonché per garantire la protezione dell’integrità fisica e morale degli sportivi);
  • pubblicare (sul proprio sito internet) e ad affiggere (presso la propria sede) sia il proprio “Modello organizzativo e di controllo …”, sia l’avvenuta nomina del Responsabile contro abusi, violenze e discriminazioni;
  • comunicare al Responsabile della FIPE delle politiche di Safeguarding (all’indirizzo di posta elettronica safeguarding@federpesistica.it) sia dell’adozione del proprio “Modello organizzativo e di controllo …”, sia la nomina del proprio Responsabile contro abusi, violenze e discriminazioni.

Lo “Sportello FIPE” è il servizio gratuito attivato dalla Federazione Italiana Pesistica con l’obiettivo di supportare Società, Associazioni Sportive Dilettantistiche e Tecnici ed accompagnarli nella soluzione di problematiche di natura giuridica, fiscale e tributaria o, quanto meno nell’indirizzarle a consulenti privati avendo però chiare almeno le dinamiche di base.

È possibile utilizzare la e-mail: sportello@federpesistica.it