Domenica 15 aprile 2018 si è tenuto il Corso di Aggiornamento Regionale per gli Ufficiali di Gara delle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, organizzato in sinergia tra i due comitati regionali FIPE e che si è svolto in due diverse sedi: presso gli uffici G&P Formazione a Dossobuono di Villafranca di Verona e presso la Biblioteca pubblica di Cervignano del Friuli (Udine).
Al meeting hanno partecipato anche Gianluca Mancinelli, coordinatore regionale ufficiali di gara della regione Abruzzo e Andrea Movio, coordinatore regionale ufficiali di gara della Valle d’Aosta.
Durante questo meeting, in assoluto per la prima volta, nell’ambito della formazione degli ufficiali di gara della Federazione Italiana di Pesistica, è stato realizzato un corso di formazione a distanza (dall’inglese e-learning).
In pratica i contenuti del corso sono stati condivisi da due gruppi di Arbitri che si trovavano fisicamente in due punti diversi, nella provincia di Verona e nella provincia di Udine.
Sono stati utilizzati relatori presenti sia a Dossobuono che a Cervignano del Friuli e le due platee hanno potuto seguire le varie relazioni tramite un collegamento on-line fatto con p.c. e la tecnologia Skype, che ha permesso di vedere sullo schermo il relatore, seguire la presentazione a video e ascoltare la voce in remoto.
I lavori sono iniziati con i saluti da parte del presidente del comitato regionale FIPE Veneto, Claudio Toninel, del coordinatore nazionale ufficiali di gara Fabiano Blasutig e di Maria Rosa Flaiban, vice presidente FIPE e commissario straordinario del comitato regionale FIPE Friuli Venezia Giulia, che ha portato i saluti del presidente nazionale FIPE Antonio Urso.
Il primo intervento ad opera di Cesano Paoloni, arbitro internazionale di prima dello staff Veneto, ha analizzato il regolamento tecnico internazionale di pesistica olimpica e le relative novità.
La parola poi è passata a Gianluca Mancinelli per un inedito intervento sulla psicologia delle scelte arbitrali che ha permesso di mettere a fuoco il fattore umano, più che tecnico e il comportamento che l’ufficiale di gara si trova ad affrontare o subire durante la competizione.
Importanti spunti sono stati dati in questo senso per capire meglio come gestire situazioni quali ansia o pressione durante le competizioni di pesistica.
Il focus è poi ritornato sulla parte tecnica e sulle novità del Regolamento tecnico della distensione su panca, grazie all’intervento di Angelo Dalla Silvestra, componente della commissione nazionale ufficiali di gara, che ha fatto sì che i cambiamenti di questo regolamento, già visti nel corso fatto a Roma per i Coordinatori regionali, venissero condivisi con i due gruppi arbitrali partecipanti.
Il collegamento a distanza tramite il computer tra le due regioni è durato dalle 9,30 alle 12,30 e si è concluso con la pausa pranzo.
Essendo una prima esperienza si è ritenuto opportuno organizzare il corso in due momenti diversi con formazione a distanza la mattina e con la tradizionale formazione in presenza il pomeriggio.
Inoltre nel pomeriggio sono state affrontate tematiche diverse dalle due regioni, in base alle richieste e alle esigenze di formazione arrivate dai due diversi gruppi arbitrali regionali.
Dopo la pausa pranzo i lavori a Verona sono ripresi lasciando spazio ad un breve dibattito e ad alcune considerazioni in merito agli argomenti analizzati in mattinata.
L’intervento dell’Udg veronese Luigi Dassi ha trattato il sistema di gestione informatica nelle gare regionali, analizzando il procedimento di iscrizione alle gare e i documenti che le società e i tecnici sono chiamati a compilare per registrare gli atleti alle gare, la fase di operazioni di peso e la documentazione su cui gli ufficiali di gara devono porre maggiore attenzione.
Con Dassi è stato analizzato poi il portale federale Leonardo e il sistema di banca dati per verificare il tesseramento degli atleti tesserati alla FIPE, con l’analisi di tutti gli strumenti tecnici che vengono usati dagli ufficiali di gara durante le competizioni come: file Excel, l’ordinamento dei dati, la definizione delle classifiche individuali e societarie e i particolari casi di ex aequo, gestione delle premiazioni e firma dei verbali su gara.
L’approfondimento con video di pesistica olimpica e Para Powerlifting è stato rimandato a causa del poco tempo, dato anche il fatto che questo argomento è sempre stato sviscerato nei precedenti corsi di formazione per gli ufficiali di gara della regione Veneto.
Il corso di aggiornamento si è concluso facendo un riepilogo dei punti salienti e mettendo a fuoco eventuali migliorie che si possono portare nell’organizzazione della gestione delle gare regionali e in particolare è stato chiesto ad alcuni arbitri di approfondire questi temi e di realizzarli nei prossimi mesi.
Alla chiusura di questa bella e nuova esperienza formativa, un particolare ringraziamento è stato espresso dal coordinatore regionale ufficiali gara del Veneto, Michela Toninel, agli speakers per aver accettato questa sfida di partecipare ad una nuova modalità formativa a distanza che richiede preparazione e di saper gestire la non presenza della platea. La stessa ha ringraziato anche i partecipanti per l’attenzione dimostrata sia nei momenti di attività a distanza, sia nei momenti in cui le presentazioni venivano fatte in presenza (va sottolineato che il fatto di non avere fisicamente di fronte a sé chi parla fa sì che siano attuati dei processi di attenzione particolare).
Va doverosamente sottolineato che al C.R. Veneto FIPE, nella persona di Michela Toninel, va la paternità dell’idea di questo primo e “antesignano” corso a distanza, che è stato poi reso possibile grazie alle competenze tecniche, informatiche ed alla disponibilità di tempo messa a disposizione da parte di alcuni arbitri in particolare, del friulano Angelo Dalla Silvestra e dei veneti Marco Galifi e Luigi Dassi, grazie anche al lavoro svolto nelle settimane precedenti, per mettere a punto il programma, organizzare i testi tecnici e per capire quale tecnologia forse più adatta per un corso di formazione di questo tipo.
Bellissima esperienza dunque, da ripetere, appena possibile.