Arriva la seconda medaglia azzurra ai Campionati Europei in corso a Mosca, dopo il bronzo vinto ieri da Giulia Imperio. A conquistarla è Davide Ruiu che vince il bronzo nell’esercizio dello slancio nella categoria fino a 61 kg. L’Azzurro del CS Esercito aveva chiuso l’esercizio di strappo in settima posizione con 125 kg sollevati in seconda prova, fallendo poi i 130 in terza; due poi le alzate positive nello slancio, la migliore delle quali a 158 gli consente di conquistare il bronzo nell’esercizio. Per Davide, quinto posto nel totale con 283 kg. Buona prova anche per l’altro Azzurro in gara, Sergio Massidda; anche lui si ferma a 125 kg nello strappo mentre nello slancio è 3 kg dietro Davide, considerando la sua migliore alzata a 155 kg (la seconda). Per lui settima piazza nel totale con 280 kg (125 + 155).

La categoria 61 kg maschile è stata vinta dal bulgaro Stilyan Grozdev con 296 kg (136 + 160), argento al georgiano Shota Mishvelidze con 290 (135 + 155), bronzo al turco Ferdi Hardal con 287 (130 + 157).

Nel primo pomeriggio si è svolta la gara anche della 55 kg femminile che ha visto impegnata Jennifer Lombardo. Purtroppo, un problema fisico ha impedito alla siciliana delle Fiamme Azzurre di combattere come avrebbe voluto: per lei una sola prova valida nello strappo a 85 kg.

Domani ancora Azzurri in pedana con l’attesissima gara di Mirko Zanni, protagonista della categoria fino a 67 kg.

Diretta su Eurosport alle ore 19.00