Mirco Scarantino

Gli Europei di Spalato si chiudono con un bilancio più che positivo per l’Italia dei pesi che torna a casa con record e medaglie.
Un’avventura iniziata nel migliore dei modi domenica 2 aprile con il settimo titolo europeo consecutivo di Mirco Scarantino; l’atleta delle Fiamme Oro viene incoronato Campione Europeo Senior nella categoria 56 kg con 266 chili sollevati, titolo già vinto lo scorso anno e che arriva dopo tre juniores e due Under 17. Scarantino conquista prima l’oro nello strappo con 120 kg, poi l’argento nello slancio con 146 kg, e infine l’oro nel totale, davanti al moldavo Iuri Dudoglo con 261 e al rumeno Ciotoiu con 242.

Nella stessa giornata bellissima quinta posizione per Alessandra Pagliaro, impegnata nella gara di categoria 48 kg. L’azzurra chiude lo strappo in quarta posizione con 73 kg, mentre è sesta al termine della gara di slancio, dove resta valida la sua seconda alzata a 86 kg. Con Alessandra Pagliaro quinta quindi nel totale, la gara viene vinta dalla francese Anais Michel con 180 kg sollevati, argento alla rumena Monica Csengeri a solo un chilo di distanza, bronzo alla connazionale Elena Ramona Andries.

A difendere i colori italiani nella categoria fino a 53 kg è Giorgia Russo; ottava nello strappo con 76 kg, la sicula sale in quarta posizione con lo slancio a 101 kg, mentre nel totale è quinta con 177. La gara è vinta dalla polacca Joanna Lochowska con 192.

Il tricolore sventola di nuovo con Mirko Zanni che vince la medaglia d’argento nello strappo durante la finale della categoria maschile fino a 69 kg. Con 143 kg l’atleta dell’Esercito Italiano chiude in seconda posizione la gara di specialità alle spalle del solo atleta russo Oleg Chen, firmando il nuovo record italiano assoluto. Nello slancio Mirko dopo l’ingresso a 155 kg si ferma invece ai 162 kg del secondo tentativo, vedendosi scavalcare da tre atleti nella classifica del totale dove chiude sesto. Il Titolo Europeo va al francese Matam.

Grandi numeri anche per l’ultima italiana in gara, Carlotta Brunelli impegnata nella gara fino a 75 kg. Pur inserita nel gruppo B, l’azzurra si piazza sesta nella classifica generale, con 213 chili sollevati; la veronese prima conferma i suoi 97 chili di strappo, poi mette la firma sul nuovo record di totale a 210 chili alzando 113 di slancio. Arrivano poi altri due primati: quello di slancio a 116, che gli regala automaticamente un altro totale, questa volta a 213 chili. La gara è stata vinta dalla spagnola Lidia Valentin con 252 di totale.

“Questi Europei sono andati oltremodo bene – dice soddisfatto il Presidente della FIPE Antonio Urso, nonché Presidente dell’EWF – che confermano lo standard alto su cui si muove l’Italia dei Pesi. L’unico rammarico è quello di non essere riusciti a portare con noi Nino Pizzolato, che avrebbe potuto sottolineare ulteriormente il trend pesistico azzurro, ma purtroppo l’operazione al ginocchio non glie lo ha permesso. Ora le nostre forze si concentreranno sul Mondiale, dove rivedremo in pedana la nostra Genni Pagliaro”.