Nino Pizzolato costretto a fermarsi per un’infiammazione lombare è di nuovo in prima linea. Salirà domani, giovedì 20 aprile, sulla pedana armena alle ore 15.30 nella categoria fino a 89 kg.

Questa volta è alla ricerca del secondo titolo europeo e della qualifica olimpica. Infatti, Nino, nel 2022, oltre ad essere rientrato da Tirana con tre ori europei al collo, ha anche stracciato il record mondiale di totale alzando 392 kg.  Purtroppo, poi alla fine dell’anno scorso, l’atleta delle Fiamme Oro è stato costretto a saltare la prima tappa di qualifica olimpica: i Mondiali di Bogotà, per evitare l’acuirsi dell’infiammazione alla zona lombare della schiena.

La ripresa è stata graduale, e ancora ad oggi Nino non è al 100% della sua forma fisica, ma promette, con la grinta che lo contraddistingue, di dare il massimo in gara: “In palestra abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare nel breve tempo a disposizione. La ripresa è progressiva perché l’obiettivo è di essere prestante a lungo termine. Non sono ancora al top ma sono qui per lottare, come ho sempre fatto: domani, insieme ai tecnici e allo staff sanitario verificheremo le condizioni e io darò il massimo per fare il miglior risultato possibile”.