Un Campionato Europeo Junior e Under 23 da incorniciare per l’Italia che torna a casa dall’Albania con un bottino Record: ammontano a 11 le medaglie conquistate dai ragazzi guidati dal Commissario Tecnico Sebastiano Corbu, di cui 9 d’oro e 2 d’argento, con 3 Titoli Continentali vinti.

“Nella storia della FIPE non era mai stata centrata una tripletta di Titoli Continentali – dice con grande soddisfazione il Presidente della Federazione Italiana Antonio Urso – con 11 medaglie pesantissime, che lasciano intravedere ancora un ampio margine di miglioramento. Sono stati degli Europei eccezionali per l’Italia da tutti i punti di vista: tecnicamente abbiamo ottenuto dei risultati eccellenti, ineccepibile la Direzione Tecnica, ma è l’intera macchina organizzativa che è stata impeccabile. E’ un punto di partenza importante in vista del cammino olimpico che inizierà il prossimo anno”.

L’esordio sulla pedana di Durazzo spetta, domenica scorsa, alla piccola ma determinata Alessandra Pagliaro, 48 kg di forza concentrata: tre ori per lei, nello strappo con 72 kg, nello slancio con 88, per un totale di 160. Il giorno successivo è la volta di Mirco Scarantino che conquista il suo nono titolo Europeo consecutivo a soli 22 anni il 2° Under 23, dopo aver vinto 2 titoli Under 17, 3 Junior e 2 Senior: il nisseno delle Fiamme Oro, ormai avvezzo ai palcoscenici internazionali, si aggiudica 3 ori, con 115 kg di strappo, 143 kg di slancio per un totale di 258 kg.
Terzo giorno di gare e terzo titolo continentale per l’Italia, che questa volta porta il nome di Mirko Zanni. Per l’atleta dell’Esercito Italiano bastano due prove valide per aggiudicarsi l’oro: nello strappo si ferma a 137 kg, che gli valgono l’argento, mentre nello slancio si impone con 165 kg, per un totale di 302 kg.
L’Italia completa il suo eccezionale bottino ieri, dopo la grande gara di Nino Pizzolato: il Poliziotto di Castelvetrano resta fuori dal podio nello strappo ma nello slancio cambia marcia e vince l’oro tirando su 196 kg, conquistando l’argento nel totale con 352 kg.
Di ottimo livello tutti gli altri piazzamenti azzurri: ottavo Antonino Indoviglia nella cat. 62 kg; Matteo Curcuruto undicesimo nella 94 kg; Salvatore Esposito nono nella 77 kg; Alessandro Vinci primo nel girone B nella +105 kg, e con un buon piazzamento finale. Da sottolineare la bella prestazione di Cristiano Ficco, reduce dall’argento agli Europei U17 che si sono svolti a inizio ottobre in Kosovo; l’azzurro, il più giovane della sua categoria, la 85 kg, si è piazzato nono nella classifica generale conquistando il Record Italiano di strappo Under 17 con 147 kg.