Squadra Klaipeda PPDieci medaglie di cui sei d’Oro. Due pesisti italiani campioni europei juniores e primo posto nel medagliere maschile juniores, davanti a Nazioni qualche anno fa considerate inavvicinabili come la Turchia, la Russia, l’Armenia, l’Azerbaijan e la Bulgaria, solo per citare le prime sei messe in fila dall’Italia.
E’ un bilancio fantastico quello della spedizione in Lituania delle Nazionali Juniores e Under23 che in ottica futura ci lascia ben più di un motivo per essere ottimisti.

Mirco Scarantino e Nino Pizzolato hanno lasciato agli avversari soltanto le briciole: Mirco ha chiuso il cerchio con tre Ori con cui ha salutato da invincibile il suo triennio juniores. Con lui in pedana, in Europa, nella 56 kg si è lottato solo per la seconda posizione; siamo certi che gli avversari vedranno come una liberazione in suo passaggio nella classe seniores!
Tris d’oro anche per Antonino Pizzolato che nella categoria fino a 85 kg si è preso il primo meritato Titolo internazionale in carriera, firmando peraltro la seconda prestazione assoluta individuale (punti sinclair) dei campionati. Nino ha migliorato due volte il record italiano juniores di strappo mettendo nel mirino quello assoluto. Formidabile il ragazzo trapanese che il prossimo anno rivedremo senz’altro protagonista nella difesa del Titolo.

Argento e piazza d’onore per Giorgia Russo, in gara nella 53 kg nelle gare Under23 che ha dato ancora una volta dimostrazione di grande solidità; Giorgia sarà tra le Azzurre che a novembre, a Houston, daranno battaglia per conquistare già da ora i pass per i Giochi di Rio.

Tornando alle gare Juniores, medaglie nelle singole specialità anche per Michael Di Giusto e Mirko Zanni: il primo nello slancio della 62 kg è arrivato alle spalle solo del neo campione europeo, il turco Aydin, rimanendo pochi kg sotto il podio del totale. Super prestazione di Zanni che senza nulli ha chiuso quarto a un solo kg dal podio della 69 kg, conquistando il Bronzo nello strappo. Il pordenonese ha sfoggiato una prestazione tecnica di altissimo livello, migliorando ancora il proprio personale, aggiornato a quota 292 kg.

Sesto posto finale per Fabio Arcara, in gara con Mirco Scarantino nella 56 kg juniores, e per Vittoria Carnevale Pellino, all’esordio in una gara internazionale, nella 53 kg, mentre l’altra esordiente, Carol Tartaglia, in gara nella 58 kg Under23 si è piazzata in settima posizione al termine di una prova senza errori.

Gli occhi sono ora puntati tutti sul Mondiale Seniores di Houston che, a novembre, emetterà i primi verdetti in ottico Olimpiadi 2016.

Queste le parole del Presidente Urso di ritorno dalla trionfale spedizione lituana: Ancora una volta il minuzioso lavoro di squadra e le scelte tecniche ci hanno dato ragione. Ogni singola prestazione di questi straordinari atleti e atlete racchiudono un lavoro ormai consolidato di un gruppo eccellente di professionisti che ci permette oggi di vedere l’Italia della pesistica, per la prima volta nella storia di questa federazione, davanti a tutti gli altri team nel medagliere maschile.
Ho apprezzato molto l’atteggiamento degli atleti nella gestione della competizione: è il frutto di una maturazione professionale che non può che giovare in vista degli impegni futuri considerato che, prestissimo, molti di loro saranno impegnati a difendere le posizioni per la qualificazione olimpica di Rio 2016.
Mi corre l’obbligo di esprime tutto il mio apprezzamento agli atleti e alle loro società di appartenenza, ai tecnici e a tutto lo staff sanitario che in assoluta sinergia hanno dimostrato, già da parecchio tempo, grandissima professionalità”.

A - BarraSep

Squadra Azzurra

A - BarraSep