Prima giornata di gare a Tarragona che reca subito soddisfazione ai nostri Azzurri. Michael Di Giusto conferma la medaglia di Bronzo conquistata nel 2013 a Mersin, stavolta nella 62 kg, sempre nell’esercizio di slancio. Nella gara femminile della 48 invece è Alessandra Pagliaro a salire sul terzo gradino del podio: la sorella di Genny (che in Turchia vinse due Ori proprio nella 48 kg) conquista il Bronzo nell’esercizio di strappo.

62 KG

Avvincente la gara maschile della 62 kg con il turco Bilgin e l’egiziano Saad che mettono subito in chiaro che le prime due posizioni riguarderanno loro. Dietro sfida a tre per il Bronzo tra la coppia Azzurra Scarantino/Di Giusto e lo spagnolo Brachi, colui che negli ultimi Europei aveva sfilato proprio a Mirco il Titolo Europeo. E nello strappo, esercizio in cui lo spagnolo è molto competitivo, infatti, con i 120 kg della seconda prova sarà proprio l’iberico a mettersi al collo il Bronzo, precedendo nell’ordine Scarantino e Di Giusto, fermatisi alle misure di 118 e 116 kg, entrambi con il nullo in terza prova con 120 kg di carico che ferma la corsa al podio di specialità.

Diverso l’esito dello slancio. Partono male i due Azzurri con due errori: nulla l’alzata con 140 kg in ingresso per Scarantino, così come quella con 141 kg per Di Giusto mentre lo spagnolo mette a referto i 140 kg e passando a 144 in attesa delle risposte Azzurre Risposte che arrivano: in seconda prova mettono a segno 143 kg Di Giusto e 141 kg Scarantino. A questo punto la barra passa allo spagnolo che però spreca i suoi due restanti tentativi con 144 kg di carico, spianando la strada del podio ai due Azzurri. A questo punto, con lo spagnolo fuori dai giochi per il podio di specialità, è derby tra Mirco e Michael per il Bronzo; sale in pedana prima Mirco che chiede 146 kg, ma il suo errore spiana la strada al compagno di squadra che si mette a collo la seconda medaglia di Bronzo in carriera ai Giochi del Mediterraneo, dopo quello 2013 sempre nello slancio.

Gli Ori vanno all’Egitto, dopo due bellissime sfide con la Turchia. Saad gestisce alla grande la competizione non sbagliando nulla e si mette al collo i due Ori precedendo di 1 chilogrammo il rivale in entrambe le classifiche: 127 kg contro 126 nello strappo, 157 contro 156 nello slancio.

48 KG

All’esordio in una edizione dei Giochi del Mediterraneo Alessandra Pagliaro riesce nell’impresa di mettersi al collo una medaglia, nello strappo, nella categoria fino a 48 kg, dove la sorella Genny, nell’ultima edizione nel 2013, realizzò una splendida doppietta d’Oro.

Alessandra fatica sbagliando l’ingresso con 71 kg di carico, ma la seconda prova con 72 kg sarà quella decisiva per salire sul podio. Gli errori dell’egiziana Ahmed e della turca Karakol le regalano il piazzamento sul podio lasciandole in terza prova la possibilità di scavalcare la francese Michel che dopo i 75 kg in ingresso aveva messo a referto due nulli (78 e 79 kg). Ma non va la terza prova di Alessandra che sbaglia 76 kg e si deve accontentare del Bronzo. Oro alla turca Erdogan (78 kg) e Argento che dunque prende la via della Francia.

Nello slancio la Pagliaro parte bene con 85 kg per poi sbagliare i due tentativi rimanenti con 90 e 91 kg, misure che l’ avrebbero messa in gioco per il podio anche nell’esercizio di slancio: i due nulli non la fanno andare oltre la quinta posizione. Sul podio con Erdogan (96 kg) e la Michel (92 kg) sale l’egiziana Ahmed (91 kg).

Oggi in pedana Mirko Zanni nella 69 kg e la coppia Russo-Lombardo nella 53 kg. Zanni in gara alle 11.00 , le ragazze alle 15.00.

DOMENICA 24 GIUGNO  
AtletaCATEGORIAGARA – Ora
ZANNI Mirko69 KG11:00
RUSSO Giorgia53 KG15:00
LOMBARDO Jennifer53 KG15:00
LUNEDì 25 GIUGNO  
AtletaCATEGORIAGARA – Ora
ESPOSITO Salvatore77 KG11:00
ALEMANNO Maria Grazia63 KG15:00
MARTEDì 26 GIUGNO  
AtletaCATEGORIAGARA – Ora
FICCO Cristiano85 KG11:00
GIANELLI Milena69 KG15:00
BORDIGNON Giorgia69 KG15:00
CURCURUTO Matteo94 KG18:00