Giulia Imperio chiude la sua gara ai Campionati del Mondo di Riyadh all’11° posto con 183 kg di totale. L’Azzurra migliora sicuramente l’approccio alla pedana rispetto alle ultime due competizioni e, dà ottime sensazioni per i prossimi appuntamenti (Qatar, Turchia e Thailandia) dove andrà a giocarsi la qualificazione per i Giochi di Parigi 2024. La gara è stata vinta dalla cinese Huihua Jiang con un totale di 215, argento alla connazionale Zhihui Hou con 211, bronzo all’americana Jourdan Elizabeth Delacruz con 200 kg.

Giulia Imperio, che ha gareggiato nel gruppo B, sale in pedana tra le ultime e rompe subito il ghiaccio con 80 kg, per poi andare a provare il suo record personale di 85 kg; la misura non riesce al primo tentativo ma sale al secondo, e consente all’Azzurra di raggiungere al primo posto di strappo l’avversaria messicana Andrea De La Herran Martinez, che l’aveva sollevata poco prima di lei. Una misura, tra l’altro, che migliora di 2 kg gli 83 sollevati agli Europei di Yerevan, che la proiettano nel migliore dei modi per lo slancio. L’atleta italiana entra in gara nella seconda specialità con 98 kg sollevati in scioltezza, piazzandosi davanti alle avversarie: l’Azzurra prova ulteriormente a migliorare il risultato dell’Europeo chiamando i 101 kg ma dopo una girata perfetta, non riesce l’incastro nella spinta con il bilanciere che finisce dietro le spalle. Non si arrende ma anzi rilancia la Imperio che in terza prova si presenta con 103 kg ma questa volta è la girata che non ‘risponde’. L’Azzurra chiude quindi la sua gara con 183 kg.

Domani altri due Azzurri del Team Italia FIPE in gara: Celine Delia (categoria 55 kg, ore 18.00) e Sergio Massidda (categoria 61 kg, ore 15.30).

Le dichiarazioni

Giulia Imperio

Mi sto mangiando le mani. Ho preparato questa gara al meglio e sono salita in pedana carica. Mi servivano i 101 di slancio, mi dispiace non essere riuscita a sollevarli, ho avuto troppa fretta. Ho avuto comunque buone sensazioni e la prospettiva di affrontare le prossime gare di qualificazione con questo spirito mi piace. Voglio andarlo a prendere a tutti i costi questo pass olimpico!

Pietro Roca

Queste sono misure che Giulia ha fatto più volte in palestra. Il fatto è che nei 101 ha fatto un’ottima girata, anche meglio dei 98, e ha preso ‘sotto gamba’ la spinta, lei ne è consapevole. Siamo fiduciosi perché Giulia ha le carte in regola per realizzare la qualificazione olimpica. Dobbiamo solo ‘solo’ farle vedere in gara.