Giulia Miserendino chiude il suo Mondiale al 13° posto nella categoria fino a 71 kg. L’Azzurra realizza un totale di 229 kg, Una sola prova valida per ciascuna specialità per Giulia, che solleva 107 kg di strappo e 122 kg. L’atleta del Team Italia FIPE sale in pedana con grande maturità e, senza alcun tentennamento, solleva subito 107 kg (gli stessi che le avevano regalato l’oro agli ultimi Europei U23 a luglio). Gioca al rilancio Giulia, con tutte le avversarie concentrate in una manciata di chili, proponendosi con 110 kg: la misura non riesce per un movimento del gomito ma l’Azzurra non si demoralizza. Prima il rilancio a 111, riusciti solo all’americana Reeves poi a 112 proprio per tentare di scavalcare l’americana. Purtroppo non riesce l’incastro a Giulia che chiude l’esercizio con i 107 kg sollevati in prima prova, al 7° posto. Nello slancio la palermitana delle Fiamme Oro entra in gara per prima decisa ad ‘aggredire’ il bilanciere e va subito a sollevare 122 kg. Non vanno poi i restanti due tentativi a 128 e 129 kg. Nell’ultimo tentativo di slancio Giulia è stata penalizzata anche da un leggero problema muscolare che sarà rivalutato in Italia nei prossimi giorni

Corbu

Giulia i numeri li ha ed in allenamento ha fatto sempre molto bene in questi mesi di avvicinamento al mondiale. Purtroppo la gara è un’altra cosa, soprattutto per un’atleta giovane come lei, ma stiamo lavorando anche su quest’aspetto per farci trovare pronti alla prossima competizione in calendario.

Giulia

Mi sono allenata al massimo in questi mesi, in palestra ho fatto Kili che mi avrebbero permesso di essere sesta guardando la classifica odierna. Speravo di fare meglio e sono molto dispiaciuta, ma voglio ritrovare le energie giuste e la determinazione per affrontare le prossime gare e consolidare il ranking per Parigi.