Il Centro Sportivo Esercito vince la San Marino Cup 2018. La Società Romana, trascinata da uno strepitoso Mirko Zanni, ha totalizzato 1548 punti conquistando l’oro davanti alla Croazia e alla selezione dell’Emilia Romagna. Per l’azzurro classe ’97 anche il miglior risultato maschile della manifestazione con un punteggio Sinclair di 405 (140 di strappo + 165 di slancio per un totale di 305). Ai piedi del podio il CR Lazio, davanti ai padroni di casa di San Marino, Labas Parma, Monaco, Malta e Svizzera. Squadre molto competitive che hanno dato vita a un’edizione entusiasmante della manifestazione presso la palestra Briganti di Fonte dell’Ovo, con 45 atleti presenti.

Miglior risultato femminile invece per un’altra italiana, Alice Mastriani del CR Lazio che con un totale di 173 kg (73 di strappo + 100 di slancio), ha ottenuto un punteggio Sinclair di 240.
IL C.S. Esercito si è presentato alla San Marino Cup con una squadra combinata con il CR Sardegna: sul fronte maschile sono saliti in pedana Fabio Arcara, Michael Di Giusto e Mirko Zanni; per quello femminile hanno invece partecipato Giulia Corbu e Alice Meloni.

“A San Marino abbiamo centrato un risultato molto importante, – dice il tecnico del CS Esercito, Domenico Marzullo – sia per la vittoria di squadra, che per il miglior risultato maschile conquistato da Zanni. Ma non solo: Di Giusto è tornato finalmente in forma dopo due anni alle prese con continui infortuni e Fabio Arcara ha migliorato di 5 kg il suo personale. Questo è il frutto del lavoro di squadra iniziato nel 2016data del mio ingresso come tecnico nel Centro Sportivo Esercito, con la concezione di creare una squadra di atleti competitivi, grazie al prezioso lavoro del tenente colonnello Minissale, prepararli alle competizioni nazionali ed internazionali e dar loro supporto da tutti i punti di vista. Sono arrivati segnali molto importanti agli ultimi Campionati Europei, con la medaglia di bronzo di Giorgia Russo e la medaglia d’argento di Mirko Zanni; ottimo anche il risultato dell’altra atleta del CS Esercito Maria Grazia Alemanno, purtroppo fermata da un’influenza due giorni prima della gara”.