Il Pesista Carlo Galimberti è protagonista del calendario delle Fiamme Rosse 2024, “Cento anni di gloria”, presentato dal Gruppo sportivo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco presso il Salone d’Onore del Coni. Un’edizione speciale, realizzata in occasione delle prossime Olimpiadi di Parigi, realizzata a cento anni dalla prima medaglia d’oro conquistata da un atleta del Corpo dei Pompieri di Milano: nel 1924, nei Giochi svolti nella capitale francese, fu proprio il nostro pesista Carlo Galimberti, a conquistare quello storico primo posto. Nei 12 mesi del 2024 vengono ripercorse le imprese dei migliori atleti che in questi cento anni hanno rappresentato il Corpo nazionale nelle competizioni olimpiche estive e invernali. La prima immagine è quindi dedicata a Carlo Galimberti, che prese parte a quattro edizioni dei Giochi olimpici vincendo complessivamente tre medaglie di cui una d’oro (a Parigi 1924) e due d’argento, sempre nella categoria pesi medi. Inoltre, conquistò due secondi posti ai Campionati europei di Monaco 1930 e Lussemburgo 1931. Galimberti perse la vita nell’adempimento del suo dovere di Vigile del Fuoco, per le conseguenze riportate a seguito dello scoppio di una caldaia a Milano.
Alla cerimonia di presentazione del calendario, che riporta la prefazione del Presidente FIPE Antonio Urso, hanno preso parte le principali autorità del Corpo dei Vigili del Fuoco, il Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco Renato Franceschelli e il Capo del Corpo nazionale Carlo Dall’Oppio, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò e il Presidente di Sport e Salute Marco Mezzaroma. Per la Federazione Pesistica era presente il Segretario Generale Francesco Bonincontro: “Sono molto orgoglioso che la prima medaglia olimpica del Gruppo sportivo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco sia stato il ‘nostro’ Carlo Galimberti, il più grande pesista di sempre, e mi auguro che a distanza di cento anni, a Parigi 2024, la nostra disciplina Olimpica possa continuare a tenere alto l’onore avviato proprio centro anni fa a Parigi da questo grandissimo Carlo Galimberti,”. Con lui presenti all’evento anche il DT Sebastiano Corbu, del G.S. dei Vigli del fuoco, e gli atleti delle Fiamme Rosse, Salvatore Esposito, Lucrezia Magistris e Celine Delia.