Walk of Fame4pp“Grande giornata dello sport e di coloro che hanno fatto grande lo sport”, ha esordito così, ieri pomeriggio, il Presidente del CONI Giovanni  Malago‘, intervenendo all’evento “Walk of Fame”.

Davanti a un pubblico composto da campioni e campionissimi, il Presidente Malagò, enfatizzando le imprese sportive di uomini e donne italiani ne ha sottolineato il valore, anche dal punto di vista umano secondo lo specifico periodo storico ed ha alzato il sipario sulla “Walk of Fame” dello sport italiano: 100 nomi incastonati in mattonelle celebrative dedicate, un pavimento lastricato di “stelle” che da Viale delle Olimpiadi arriva fino allo Stadio Olimpico, un museo da vedere camminando, tutto d’un fiato e che ricordano trionfi indimenticabili, personaggi invincibili, emozioni indelebili: i miti che hanno scritto una storia speciale e bellissima, dando lustro al Paese, a quell’Italia che fa rima con eccellenza. 

La storia, appunto, che racconta i successi di questi atleti,  e che se non efficacemente tramandata, rischia di smarrirsi nella memoria collettiva e sopratutto in quella delle nuove generazioni.

Esempi di atleti come Ondina Valle, oro a Berlino e prima donna italiana a vincere un titolo olimpico, di Paolo Salvo, immenso ginnasta,  più volte oro in diverse olimpiadi e poi vittima della follia nei lager nazisti, oppure di Carlo Galimberti, Vigile del Fuoco, eletto Pesista del secolo che perse la vita compiendo il suo dovere durante un intervento.

Tutto questo questo è molto altro nelle parole del Presidente del CONI che ha fortemente sostenuto l’iniziativa promossa dalla Commissione nazionale atleti, un percorso fatto di cento mattonelle recanti il nome e la disciplina sportiva di altrettanti campionissimi, moltissimi dei quali presenti alla cerimonia.

Marco Durante, Presidente della Commissione che ha redatto l’elenco dei campioni, amplifica il concetto. “Giornata importante per celebrare lo sport. Dispiace per qualche contestazione legata alla scelte ma abbiamo voluto ricordare non solo i fuoriclasse e le vittorie, ma anche le persone e i valori.  Abbiamo avuto difficoltà nel fare le scelte avendo a disposizione un patrimonio così cospicuo e perciò si è voluto dare la precedenza oltre che ai risultati sportivi anche alla vicenda umana di ognuno di essi, promettendo comunque che dopo i primi cento altrettante opportunità verranno riservate a coloro i quali meritatamente avranno rappresentato al meglio il valore del messaggio universale dello sport. E’ stata realizzata una App dedicata alla Walk of Fame, scaricabile dal sito del CONI, dove si potranno consultare i trionfi e le schede di questi 100 miti, che hanno davvero lasciato un segno indelebile”.

Una giornata memorabile, alla presenza di numerosi membri di Giunta e di Consiglio Nazionale, del membro CIO Mario Pescante, dei Presidenti di Federazioni e di Discipline Sportive Associate, oltre ai vertici del CONI e della Coni Servizi.

Tutti insieme ai campioni di ieri, i migliori testimonial di uno sport da sempre nell’èlite mondiale.

Una grande festa, una passeggiata nella storia che non finirà mai.

Questo l’elenco dei 100 Atleti

A - BarraSep