Si chiude allo CSOE la prima delle due giornate di gara dedicate alle finali Nazionali Under 17 che hanno premiato tante promesse della disciplina, molte delle quali sono prossime alla partenza per i Campionati Europei Youth e Under 15.

Primo campione di giornata è il catanese Samuel Cocuzza che conquista tre medaglie d’oro nella categoria fino a 49 kg, staccando di quasi 30 kg il suo diretto contendente. Per lui un totale di 167 kg (72 + 95), davanti ai 138 kg di Elia Seddone, e ai 128 kg che danno il bronzo a Nicolò Aliano. Nella 55 kg trionfa Ettore Pilato; il nisseno, prossimo alla partenza per l’Europeo Youth colleziona un totale di 208 kg, con 96 di strappo e 112 di slancio, che lo piazzano davanti a Paride Dragna, argento con 190 e al giovanissimo Mattia Riggi, bronzo con 183.

Tra le ragazze, la prima a salire sul gradino più alto del podio è Francesca Mininni che, dopo il titolo italiano U15 di un mese fa, mette a segno anche quest’altro risultato; la pugliese, che tra qualche giorno partirà per la sua prima gara internazionale, solleva il suo massimale di strappo, alzando 43 kg in terza prova, che la portano ad un totale di 96 kg (con uno slancio a 53 kg). Argento per Gloria Miccichè con 78 kg, bronzo per Sofia Maria Mariano con 75 kg. Bella sfida per il podio nella 45 kg femminile con quattro atlete a contendersi le medaglie: nello strappo la spunta Aurora Iervese che all’ultima prova riesce a superare di un solo kg le due gemelle Giulia e Sofia Zola, entrambe a 55 kg. Nello slancio poi si inserisce nella sfida anche Aurora Schepis che mette il turbo e guadagna la seconda piazza di specialità con 65 kg; meglio di lei fa solo la Ierves, ancora una volta con un kg in più per un totale di 122 kg. Bronzo per Giulia Zola con 115.

Nella 61 kg ottima prova di Samuele Mazzotta che conquista il titolo con un totale di 194 kg, tre di scarto rispetto a Daniele Braini, argento con 191 kg; con 184 kg conquista invece il bronzo Davide Cosimo Epifani. Bellissima sfida nella categoria fino a 67 kg, in cui i quattro contendenti si rincorrono kg su kg. L’oro va al nuorese Giovanni Pintori, che si mette al collo tre medaglie d’oro; complice anche il fuori gara di Andrea Falciola, che riesce comunque a conquistare l’argento di slancio, il sardo realizza un totale di 231 kg, con 102 di strappo e 129 di slancio. Argento per Duccio Papini con 216, bronzo per Michele Bonavoglia con 203 kg.

Nella categoria fino a 49 kg Carola Serafino ha la meglio nella sfida contro Alessandra Pacetta; dopo l’argento di strappo, l’atleta classe 2008 conquista l’oro di totale grazie ad una grande prova di slancio, grazie alla quale riesce a superare l’avversaria di un solo kg. Per lei, dunque, oro con 133 kg di totale, argento ad Alessandra Pacetta con 132 kg, bronzo a Maria Ginevra Mazzilli con 118. Dopo il titolo Under 15 del mese scorso mette in bacheca anche quello Under 17, Linda Eleonora Ungurean, che sale sul gradino più alto del podio nella 55 kg. Tre medaglie d’oro per lei che non teme avversarie con un totale di 146 kg (65 + 81); argento per Daria Cambi con 126, bronzo per Gaia Zamboni con 123.

È Daniel Pietro Converso ad aggiudicarsi il titolo nella categoria fino a 73 kg, al termine di una sfida giocata kilo su kilo con il diretto avversario Alexander Lewis. Alla fine, la spunta il pugliese per un solo kilo: dopo i 100 kili sollevati da entrambi nello strappo, è lo slancio a risultare decisivo per Converso che tira su 126 kili contro i 125 dell’avversario, che fallisce i 128. Oro dunque per Daniel con 226, argento per Lewis con 225, bronzo per Simone Rottaro con 219. Nella 81 kg è sfida tra leccesi: con 227 kg la spunta Paolo Cifrera sul conterraneo Giosuè Rasom che si ferma a 221. Bronzo per Angelo Milone, anche lui con 221.

Nella categoria fino a 59 kg stravince Martina Rita Mangiarano che surclassa le avversarie con un totale di 158 kg (75 + 83); dietro la giovane azzurrina, che sarà in Grecia tra qualche giorno per l’Europeo Youth, arrivano Asia Lucia Colonna, argento con 147 kg, e Guendalina Catena, bronzo con la stessa misura. Ultima categoria di giornata la 64 kg femminile, con una bellissima sfida tra Ludovica D’Innocenzo e Vittoria Falangone; l’oro va all’atleta delle Fiamme Oro che aveva piazzato un’ottima misura di strappo (83 kg), che l’ha salvaguardata dai tentativi di rimonta dell’avversaria, che a sua volta ha sollevato un’ottima misura di slancio (90). Per D’Innocenzo un totale di 168 kg, argento a Falangone con 163, bronzo ad Alice Colombo con 140 kg.

Le gare proseguiranno nella giornata di domani, in diretta sui canali FIPE TV.