La Pesistica del Veneto si festeggia con il “Memorial Paolo Zanetti”. Atleti, tecnici, dirigenti, società, ufficiali di gara e collaboratori, tanti i premiati per l’attività svolta nel quadriennio olimpico 2017-2020. In particolare, sono 105 i pesisti, atlete ed atleti veneti, che nello scorso quadriennio hanno vinto medaglie, d’oro, d’argento e di bronzo, in competizioni nazionali ed internazionale di pesistica olimpica, distensione su panca e pesistica paralimpica. L’evento, organizzato dal Comitato Regionale Veneto FIPE, in collaborazione con il comune di Lazise, la Fondazione PAO e con il patrocinio del Comitato Regionale Veneto del CONI, si è svolto domenica 8 maggio presso la sede della Dogana Veneta, storica struttura sul lungolago di Lazise, dove hanno fatto gli onori di casa il Sindaco, Luca Sebastiano e l’Assessore alle manifestazioni, Elena Buio. Presenti il Presidente del CONI Regionale del Veneto, Dino Ponchio, l’Assessore del Comune di Verona, Stefano Bianchini, Rolando Fortini, del CIP Verona. Claudio Toninel, Consigliere Federale e Presidente Onorario regionale, dopo aver portato il saluto del Presidente Nazionale FIPE, Antonio Urso, ha presentato la figura di Paolo Zanetti, atleta campione di pesistica con la Bentegodi, negli anni ’70, poi Presidente della “Pesistica Lazise”, fondata con Bruno Toninel e Raul Adami. È seguito un ringraziamento a Silvia e Giuseppe Zanetti, rispettivamente figlia e nipote di Paolo, che hanno collaborato all’evento, in particolare a Silvia, con la sua “Fondazione PAO”, istituzione privata che propone attività gratuite e agevolate, formative e di crescita personale, per adolescenti e giovani.

Andrea Missiaglia, Presidente della pesistica del Veneto, ha poi presentato tutti i risultati agonistici e i record stabiliti dalle pesiste e dai pesisti veneti nel quadriennio, questi ultimi raccolti e catalogati con impegno e cura da parte del veronese arbitro nazionale Luigi Dassi: ben 298 le medaglie conquistate, 99 d’oro, 88 d’argento e 111 di bronzo.