Donato Telesca conquista la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo di Tbilisi in Georgia, dov’era impegnato nella categoria 72 kg, sollevando 175 kg in prima prova. Una medaglia che fa senza dubbio bene al morale, nonostante il dispiacere per non aver portato a termine le altre due prove a 194 kg che avrebbero consentito all’atleta lucano di conquistare una posizione in ottica Tokyo. “Purtroppo mi sono fermato alla prima prova valida – dice Donato – prendendo nulla la seconda e la terza, che mi avrebbero permesso di migliorarmi sul ranking; sono un po’ rammaricato ma so che nonostante tutto ho dato e fatto tutto il possibile. Ora ho ancora più carica per migliorarmi di più in vista dell’ultimo appuntamento prima delle Paralimpiadi !”

In mattinata, prima di Telesca, era salito in pedana Paolo Agosti, al suo ritorno in Azzurro, dopo una lunga astinenza. Purtroppo il suo obiettivo di sollevare 141 kg per migliorare posizione sul ranking non è andato a buon fine, con 3 alzate nulle su 3. “E’ un peccato – dice dispiaciuto Sandro Boraschi – perché Paolo era determinatissimo e convinto. Li sentiva suoi e li ha chiesti consapevole di rischiare il fuori gara: I kili sono saliti tutte le volte, in particolare la seconda prova sembrava valida. In ogni caso li ha nelle braccia quindi contiamo di farli al prossimo appuntamento”.

Ieri era stato il turno di Peppe Colantuoni che, benché non abbia chances olimpiche, ha conquistato una preziosissima medaglia d’argento nella categoria 65 kg, sollevando 136 kg. “Adesso può concentrarsi sul Mondiale – dice il DT Boraschi – Ha tutto il tempo per godersi la medaglia e tornare ad allenarsi in palestra con un obiettivo chiaro e delineato”.

Gli appuntamenti Azzurri non sono finiti: domenica infatti ci saranno ben tre italiani sulla pedana georgiana. Alle 8.00 Matteo Cattini e Andrea Bruno saranno protagonisti nella categoria 80 kg, mentre alle 10.45 sarà la volta di Andrea Quarto nella 97 kg.