Luca Pancalli è stato rieletto Presidente del Comitato Italiano Paralimpico. La votazione è avvenuta questa mattina a Roma, presso il Salone d’Onore del CONI, dove Pancalli è stato confermato con 50 preferenze su 53 voti espressi. Allo sfidante Fabrizio Vignali è andata una preferenza.

Plaude alla conferma di Luca Pancalli, il Presidente della FIPE Antnio Urso: “Così come avvenuto per il CONI era fondamentale che anche al CIP ci fosse continuità, per proseguire tutti quei progetti iniziati con una certa organizzazione e visione politica. In questi anni inoltre, sono stati sdoganati tutta una serie di concetti contribuendo a far crescere notevolmente il movimento. Quest’anno tra l’altro la FIPE festeggia dieci anni di attività paralimpica, che si è evoluta parallelamente alla realtà del CIP e che ci auguriamo possa ancora crescere. Noi ci crediamo particolarmente”.

“Se quelli che ci lasciamo alle spalle sono stati quattro anni difficili – ha detto Pancalli – i prossimi non saranno da meno, considerato che avremo davanti un quadriennio con tre eventi paralimpici, qualcosa mai accaduto prima. Abbiamo di fronte sfide importanti come quella di Milano Cortina 2026 ma soprattutto quella che ci vedrà in prima linea nel mettere sempre al centro l’interesse degli atleti”.

“Vogliamo investire sulla nostra credibilità, cercando di non allontanarci mai dalla coerenza tra le nostre azioni e la nostra mission, che è quella di guardare allo sport non solo come momento agonistico ma anche come strumento di inclusione e integrazione. Stiamo crescendo ed è una crescita reale”, ha concluso Pancalli.