4 medaglie conquistate oggi dagli Azzurri alla Tbilisi World Cup

Grandiosa giornata per gli Azzurri della Paralimpica, impegnati alla World Cup di Tbilisi, in Georgia. Dopo l’oro di Emanuela Romano arrivato in mattinata, nel pomeriggio sono arrivate altre tre medaglie. Gabriele Di Cristina, 16enne palermitano, alla sua prima gara internazionale conquista ben 2 medaglie d’oro nella categoria 49 kg rookie, cioè under 17: Oro di totale e oro best lift rookie. Subito dopo è stato il turno di Donato Telesca che dopo una bellissima lotta con il padrone di casa, il georgiano Razm Azar Ahmad, vince la medaglia d’argento nella categoria 80 kg, sollevando 196 kg in prima prova.

Le gare
Gabriele entra in gara con 66 kg ma l’emozione ha la meglio e il bilanciere si ferma sul petto; nessun timore invece per la seconda alzata, tirata su in scioltezza. Un kilo sotto il kazako Albalawi, che al terzo tentativo prova a rilanciare a 77; gli vanno dietro i tecnici italiani, che rilanciano con 78 ma che però, dopo aver assistito al nullo dell’avversario, decidono di non sovraccaricare il giovane panchista azzurro, avendo già salvo l’oro.
Entusiasmante la gara della 80 kg, che ha visto protagonista Donato Telesca e Razm Azar Ahmad, al secondo capitolo di una sfida a due dopo l’Europeo vinto dall’Azzurro a settembre scorso (con 205 kg, Record europeo). Questa volta il georgiano non aveva alcuna intenzione di cedere di fronte al proprio pubblico e ha fatto la gara ‘della vita’. Dopo le prime due alzate valide di entrambi, Telesca a 196 e Razm Azar a 200, entrambi decidono di alzare l’asticella a 206: ci riesce il padrone di casa mentre Telesca no, ma entrambi rilanciano nuovamente. L’Azzurro tenta i 209 che salgono, ma non nella maniera corretta mentre vanno a buon fine i 211 del georgiano, che migliora per la seconda volta nella stessa gara il record continentale. Bronzo per l’altro georgiano, Omarashvili con 160 e un trittico di alzate valide.

Le dichiarazioni

Gabriele Di Cristina

“Ero molto emozionato; la prima alzata l’ho sbagliata per questo. Poi sono ‘rientrato in me’ e ho tirato su i 66 kg. I 78 non credo che sarei riuscito a sollevarli ma, se le circostanze lo avessero richiesto, ci avrei comunque provato. Ora non vedo l’ora di migliorarmi e continuare ad allenarmi, d’altra parte io ho cominciato meno di un anno fa: i pesi mi fanno sentire vivo”.

Donato Telesca

“Sono contento per l’argento – dice Telesca dopo la gara – e bene anche che siano saliti i 209, certo non bene ma ci sto lavorando”.

Sandro Boraschi

“Mi fa davvero piacere che Gabriele alla sua prima gara internazionale, sia riuscito a conquistare l’oro. E’ ancora molto giovane e di margine ce n’è, considerando anche che allo scorso Mondiale, nella sezione rookie, l’oro è stato conquistato con 72 kg”. Sulla gara di Donato Telesca poi aggiunge: “Siamo in una fase di ‘work in progress’ in vista dei Mondiali di Dubai, sia per quanto riguarda il lavoro in allenamento, sia per quanto riguarda il calo peso. L’argento in questa gara ci sta tutto, onore al merito del georgiano Razm Azar che ha fatto una super gara”.