Andrea Quarto conquista due medaglie d’oro alla Cairo Para Powerlifting World Cup, con la migliore alzata a 206 kg e con il total best più alto con 406 kg (200+206). Peccato per la terza prova, non riuscita per un soffio a 212 kg, ma che Quarto ha dimostrato di avere nelle braccia.
L’Azzurro alza di ben 8 kg il suo personal best migliorando anche la sua posizione nel ranking per i Giochi Paralimpici di Parigi. Argento per l’egiziano Abdelbaset Mousa, bronzo per il moldavo Stefan Rosca.

LE DICHIARAZIONI

ANDREA QUARTO

È una bellissima emozione vincere due medaglie d’oro, è la prima volta. Far suonare l’inno nazionale per me è stato davvero un grande momento. Vengo da un anno impegnativo, dal punto di vista agonistico e psicologico ma oggi sono orgoglioso di essere riuscito a tirar fuori gli artigli e a raggiungere un gran risultato. 8 kili in più nel ranking sono tanti: i 212 kili in terza prova erano una chiamata che sapevo essere alta ma non impossibile. Sono usciti bene, li ho controllati, mancava pochissimo perché salissero. A conti fatti dovrei essere 11esimo nel ranking per Parigi, considerando doppioni e passaggi di categoria dei miei avversari. C’è ancora tanto da lavorare, ma siamo sulla strada giusta. Parigi non è un sogno, si può fare e rimane il mio obiettivo principale.

SANDRO BORASCHI

Sono molto contento del risultato, non era affatto scontato. Andrea ha risposto bene e oggi deve godersi queste due medaglie d’oro, le prime per lui. Dopodichè riprenderà la preparazione per migliorarsi ulteriormente e andare a sollevare i 212 kg che sono mancati solo nella parte finale. Questo sarà l’obiettivo per la World Cup di Dubai del prossimo Marzo.