Raffaele Marmorale e Paolo Agosti con i tecnici Maruggi e Piegari
Raffaele Marmorale e Paolo Agosti con i tecnici Maruggi e Piegari

Al via la World Cup di Manchester anche per gli Azzurri che oggi esordiscono con ben 3 atleti. I primi a salire in pedana nella categoria 59 kg sono Paolo Agosti e Raffaele Marmorale, seguiti dai tecnici Filippo Piegari e Orlando Maruggi. Paolo Agosti, atleta mantovano classe ’91, ha migliorato di 14 kg la sua ultima prestazione internazionale, scalando il ranking mondiale di ben 5 posizioni. Per lui un’unica prova valida, la seconda, a 131 kg; dopo infatti un primo tentativo fallito nella fase di fermo al petto, Agosti mette a segno la seconda prova alzando la posta in palio al terzo tentativo. non vanno però i 137, che il giovano mantovano non riesce a sollevare. Per lui un ottimo settimo posto. Decima piazza invece per Raffaele Marmorale; l’atleta di Avellino, che mancava da diverso tempo dalle competizioni internazionali, è tradito dall’emozione e sbaglia le prime due prove a 95 kg. Bene invece la terza a 96.

La gara è stata vinta dal cileno Juan Carlos Garrido con 177 kg.

In serata si è poi svolta la gara della categoria 65 kg, che ha visto protagonista Giuseppe Colantuoni; l’atleta irpino classe ‘93 ha ottenuto un ottimo quinto posto migliorando di ben 8 kg il proprio personale in gara: per lui un prima prova valida a 131 kg, una seconda valida a 135 e infine un tentativo, andato male purtroppo, a 141. Una giornata in crescendo comunque per gli Azzurri, che lascia ben sperare per le gare di domani. Sabato infatti saliranno in pedana Donato Telesca, lucano Classe ’99 e attuale Campione del Mondo Juniores, che salirà in pedana alle ore 12.00 nella categoria 72 kg. Alle 13.20 sarà poi la volta del capitano, il mantovano classe ’84 Matteo Cattini, nella categoria 80 kg.