Ernesto Zanetti al MIUR stringe la mano al Dott. Ciambrone

Un incontro importante questa mattina tra la Federazione Italiana Pesistica e il MIUR. Durante il colloquio con il Dirigente Dr. Raffaele Ciambrone e la sua collaboratrice Dr.ssa Giulia Salvatori, il Coordinatore della Commissione Nazionale Attività Giovanili della FIPE, Ernesto Zanetti, ha esposto le molteplici attività giovanili federali, soffermandosi, in particolare, sui Giochi Scolastici FIPE (Triathlon Scolastico) e sul nuovo Progetto Federale “Diamo più peso ai Giovani”, con il quale si intende coinvolgere maggiormente i Docenti di Scienze Motorie e Sportive delle Scuole secondarie di primo grado, trasferendo loro l’insegnamento dei fondamentali di Pesistica dello Strappo come esercizi propedeutici allo sviluppo degli schemi e delle capacità motore di base e come potente stimolo ad un adeguato sviluppo della catena cinetica posturale di tutti gli alunni delle classi prime, seconde e terze.

Inoltre, è stata evidenziata l’intenzione della Federazione di organizzare appositi Corsi territoriali formativi riservati ai predetti Docenti, al fine di abilitarli all’insegnamento dell’esercizio dello “Strappo Scolastico” e al fine di perfezionarli nell’insegnamento degli altri due esercizi che compongono il circuito del Triathlon Scolastico FIPE: il lancio della palla zavorrata e il salto triplo da fermo.

È convinzione della Federazione che l’adesione dei giovani alunni al Triathlon Scolastico porterà a importanti risultanze:

  1. Antidoto efficace e specifico alla conclamata insorgenza dei vizi posturali, dismorfismi e disturbi dismetabolici che colpiscono in maniera crescente la popolazione scolastica giovanile, a causa dell’uso smodato degli strumenti digitali (cellulari, tablet, etc …);
  2. coinvolgimento (da protagonisti) anche di quei ragazzi che sono in sovrappeso (solitamente esclusi o autoesclusi da attività sportive), aumentando la loro autostima, trovando gli stimoli giusti per confrontarsi con i loro coetanei;
  3. corretto apprendimento dell’esercizio dello strappo, che – oltre ad essere considerato l’esercizio fondamentale per la preparazione fisica di tutti gli sport – costituisce (proprio nell’età evolutiva) un valido completamento nella costruzione del panorama motorio dei giovani alunni.