Dal 1° gennaio 2018 la Federazione Sammarinese Pesi e la Federazione Sammarinese Judo sono di fatto due nuove realtà indipendenti. La separazione è avvenuta ufficialmente lo scorso 21 dicembre dopo la riunione del Consiglio Nazionale del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese; le due discipline erano unite dal 1978, quando il Judo si aggregò alla Pesistica, già organizzata in Federazione dal 1970, con Marino Ercolani Casadei primo Presidente. La pesistica è una disciplina importante per il piccolo Stato di San Marino, al quale ha sempre dato lustro: partecipazioni olimpiche, mondiali ed europee, sede di campionati e tornei internazionali, diverse medaglie ai campionati italiani.

Il nuovo Consiglio Federale è quindi composto da: il Presidente Marina Muscioni, Alessandro Amadei Vice Presidente, Danilo Bulzoni in qualità sia di Segretario Generale che di Tesoriere, i consiglieri Monica Valenti, Augusto Casali e Diego Renzi, Stefano Guidi rappresentante degli atleti, Sandor Unyi rappresentante dei tecnici, 8 tecnici diplomati FIPE, 2 arbitri internazionali e uno regionale. Presidente onorario è Marino Ercolani Casadei, che per 25 anni ha ricoperto il ruolo di Segretario Generale-Tesoriere della EWF, nonché arbitro olimpico in 3 edizioni dei Giochi.

Il nuovo Presidente della Federpesi Marina Muscioni, accompagnata dal Presidente Onorario Marino Ercolani Casadei, è stata ricevuta dal presidente CONS Gian Primo Giardi, ringraziandolo per la concessione dell’autonomia, illustrando il programma tecnico organizzativo e gli impegni sportivi per l’anno in corso. L’obiettivo della Presidente Muscioni è quello di lavorare sui giovani e i tecnici per preparare i pesisti del domani; a tal proposito si sono già attivati i contatti con la FIPE e il Presidente Antonio Urso per la stipula di una convenzione fra le due Federazioni al fine di poter partecipare ad aggiornamenti tecnici, stages e allenamenti collegiali presso i centri FIPE/CONI di Roma.

“Conosciamo bene cosa vuol dire essere una federazione autonoma – afferma il Presidente della Federazione Italiana ed Europea Antonio Urso – come è stato per noi nel 2000 quando ci siamo separati dalla F.I.J.L.K.A.M.: sicuramente più responsabilità ma anche più opportunità. E’ giusto però che sia così per una disciplina antica come la pesistica, che deve camminare da sola e alla quale auguriamo il miglior futuro possibile. Sono anni che la Pesistica San Marino gareggia nei campionati italiani ma senza dubbio adesso sarà più facile avviare e coltivare le collaborazioni e progetti di respiro internazionale, realizzare insieme programmi di formazione per tecnici e atleti”.