Carlotta PP

Si è chiusa domenica sera una settimana palpitante per gli appassionati di Pesistica. A Biella, sette giorni dopo la rassegna nazionale Under 17, sono saliti in pedana gli Atleti delle classi Juniores e Seniores: in palio c’erano i titoli italiani Seniores e per il verdetto finale, in alcune categorie di peso, si è dovuti arrivare fino all’ultima alzata, al termine di duelli altamente spettacolari.

Sabato sono stati assegnati i titoli maschili. La gara è entrata immediatamente nel vivo con la categoria di apertura, quella fino a 56 kg, che riproponeva il duello tra Mirco Scarantino (Fiamme Oro) e il biellese del CS Esercito Michael Di Giusto, duello che, come previsto, ha deliziato il pubblico. Altalena di emozioni con Di Giusto che dopo aver rischiato il fuori gara nello strappo, chiuso felicemente solo in terza prova con la stessa misura del rivale (103 kg), si è reso protagonista di una grande prova di slancio, conclusa con il risultato di 132 kg, nuovo primato italiano Juniores. A quel punto il giovane nisseno, già olimpionico a Londra, ha dovuto ricorrere a tutta la sua proverbiale grinta per riportarsi davanti al rivale sollevando in terza prova, dopo aver fallito l’alzata con la stessa misura al secondo tentativo, i 133 kg che gli hanno regalato il titolo e il nuovo primato italiano Juniores. Bello anche il duello per il terzo posto tra Davide Cordenons (Pesistica Pordenone) e Mattia Gandini (Pol. Sacca Modena), risolto a favore di quest’ultimo solo all’ultima alzata.
Oltre a quello di Scarantino, le Fiamme Oro tornano da Biella con altri quattro titoli: Emanuele Greco nella 69 kg, Giorgio De Luca nella 77 kg, Giuseppe Manfredi nella 94 kg (ottima la sua prestazione con cui ha migliorato di 7 kg il proprio primato) e Pietro Noto (Fiamme Oro) nella 105 kg. Due titoli sono andati ad Atleti dell’Atletico Ercole di Caltanissetta, quello della 62 kg con Calogero Guarnaccia e quello della 85 kg con Clemente Mannella. Nell’ultima categoria, quella oltre i 105 kg, Riccardo Magris (Olimpic Power Club Fiume Veneto) ha conquistato il secondo titolo seniores in carriera dopo quello 2011.
Domenica sono salite in pedana le donne. Nella 48 kg Eva Giganti (Atletico Ercole Caltanissetta) ha prevalso su Giovanna D’Alessandro con un totale di 164 kg, mentre nella 53 kg Genny Pagliaro con 180 kg si è aggiudicata il ventesimo titolo italiano in carriera. Sfida all’ultimo kg nella categoria fino a 58 kg con Giorgia Russo (Cleadig Palermo) abile nel recuperare nell’esercizio di slancio il kg di svantaggio accumulato nello strappo sulla palermitana delle Fiamme Azzurre, Jennifer Lombardo. Titolo che è arrivato anche per Sara Alemanno (Fiamme Oro) nella 63 kg, per Giorgia Bordignon (Fiamme Azzurre), al sesto titolo seniores consecutivo, nella 69 kg, per Carlotta Brunelli (Fiamme Oro) nella 75 kg e per Annarosa Campaldini (Bentegodi VR), che, grazie ad un’eccezionale rimonta nello slancio dove ha recuperato ben 13 kg sulla diretta concorrente Roberta Buttiglieri (Fiamme Azzurre), è tornata a salire sul gradino più alto del podio dopo un anno di inattività.
Da ricordare la straordinaria prestazione di Carlotta Brunelli che nella categoria fino a 75 kg raggiunge la soglia dei 200 kg di totale stabilendo cinque nuovi primati italiani della classe Juniores, a un passo dai primati italiani assoluti.
Nella classifica delle Società Sportive prime le Fiamme Oro in quella maschile, davanti a Atletico Ercole e Pesistica Pordenone e prime le Fiamme Azzurre in quella femminile davanti alla Bentegodi Verona e alle Fiamme Oro.