Spettacolare primo giorno di gare a San Donato Milanese per le Finali degli Assoluti di Pesistica Olimpica. Sulla pedana del Crowne Plaza Hotel si sono dati battaglia i migliori pesisti italiani, tra cui anche i neo Campioni Europei Nino Pizzolato e Giulia Imperio, che non si sono risparmiati dopo i risultati ottenuti qualche giorno fa in Albania ma anzi hanno fatto le prove generali in vista dei prossimi Giochi del Mediterraneo, che li attendono tra una settimana. Nino Pizzolato, Campione Italiano Assoluto nella 89 kg con 370 kg, è stato accolto da un bagno di folla che lo ha omaggiato con un lungo applauso: l’atleta delle Fiamme Oro ha conquistato tre ori tentando addirittura un nuovo record italiano fallito per un soffio. Giulia Imperio, anche lei triplo oro nella 49 kg, ha nuovamente provato a sollevare 100 kg nello slancio, dando però appuntamento a Orano.

“Ogni gara ha il suo ‘perché’ – dice Nino Pizzolato – bisogna farla bene e con la giusta motivazione perché si possono scoprire nuove emozioni e rappresenta comunque una crescita. Io miro costantemente a migliorarmi per raggiungere quegli obiettivi che ci siamo prefissati e che tutti vogliamo io raggiunga. Ora arrivano i Giochi del Mediterraneo, una gara che sento particolarmente perché è l’unica medaglia che manca al mio palmares. Voglio godermela perché sarà anche questa, un’emozione unica”.

“Tanti impegni in questo giugno – dice Giulia Imperio – ma noi cerchiamo di dare il massimo in ogni competizione. Questa era una gara di passaggio, non c’è stato scarico dopo gli Europei perché ora siamo proiettati verso i Giochi del Mediterraneo. Dobbiamo pensare soprattutto a questo prossimo impegno ma nel frattempo non ci siamo risparmiati. A Orano io voglio salire sul podio, poi ovviamente spero di conquistare la medaglia più preziosa possibile. Quel che è certo è che farò il mio, per migliorarmi sempre, perché è giusto dare un risultato ufficiale ai sacrifici che facciamo in palestra”.

Leggi Nino Pizzolato Campione Europeo e nuovo Record del Mondo

Leggi Giulia Imperio Campionessa Europea

Pizzolato e Imperio erano comunque in buona compagnia: tra gli altri in pedana abbiamo visto anche Mirko Zanni, bronzo olimpico a Tokyo, che ha conquistato il titolo di Campione Assoluto nella categoria 73 kg; Iacopo Falsinotti, vicecampione del Mondo una settimana fa in Messico, argento agli Assoluti; Carlotta Brunelli, che tornerà alle competizioni internazionali proprio in Algeria, campionessa italiana nella 76 kg.

Domani seconda e ultima giornata di gare, che verranno trasmesse in diretta sul canale YouTube della Federazione

La cronaca della prima giornata di gare

E’ Carlotta Brunelli la prima Campionessa Italiana Assoluta di Giornata. L’Atleta veronese sale sul gradino più alto del podio nella categoria fino a 76 kg, con un totale di 198 kg (92+106), un antipasto in vista del suo prossimo impegno internazionale ai Giochi del Mediterraneo. Dopo di lei è Francesca Ponti a conquistare il gradino più alto del podio nella categoria fino a 81 kg, per la seconda volta consecutiva.

Vanno in Sicilia i primi Titoli Italiani maschili di giornata: Federico La Barbera e Claudio Scarantino conquistano la vetta delle categorie fino a 55 e fino a 61 maschili. Una gara da incorniciare per Federico La Barbera che inanella 6 prove valide su 6 e conquista il titolo di Campione italiano con un totale di 232 kg (102+130). Appena rientrato in Italia dopo il Mondiale Youth in Messico, Claudio Scarantino conquista il suo primo Titolo Italiano Assoluto, e un trittico di ori: 100 kg di strappo, 124 kg di slancio e un totale di 224 kg.

A trionfare nella categoria fino a 87 kg è la livornese Alice Mainardi, neofita della disciplina, che in pochi anni ha scoperto l’amore incondizionato per la pesistica olimpica fino a diventare Campionessa Italiana: per lei uno strappo a 80 kg, uno slancio a 90 kg, per un totale di 170 kg. Nella categoria +87 kg ha la meglio Irene Scarpisi che, a soli 18 anni, conquista il suo 2° Titolo Italiano Assoluto consecutivo.

Un testa a testa all’ultimo kilo nella categoria fino a 67 kg, tra Manuel Mannironi e Andrea Corbu. Ad avere la meglio è il romano delle Fiamme Oro che conquista il suo secondo titolo italiano consecutivo con un totale di 275 kg (127+148). Dopo 2 anni, il nostro bronzo olimpico Mirko Zanni torna a vincere un titolo italiano e lo fa in una nuova categoria, la 73 kg! La stessa che lo vedrà protagonista tra qualche giorno ai Giochi del Mediterraneo. Per lui un totale di 313 kg (148+165).

Fa il bis anche Nicole Mannironi che, come suo fratello Manuel, si conferma Campionessa Italiana Assoluta dopo il tiolo conquistato a San Marino lo scorso anno. Nella categoria fino a 45 kg, l’atleta delle Fiamme Oro è oro di strappo con 61 kg, oro di slancio con 78 kg, e oro di totale con 139 kg. Ha appena messo in bacheca il titolo di Campionessa Europea ed ecco che ne arriva un altro: Giulia Imperio è infatti Campionessa Italiana Assoluta nella categoria fino a 49 kg. Per lei 73 kg di strappo, 96 di slancio, per un totale di 169 kg.

Ultima, spettacolare, tornata di gare le categorie della 81 e 89 kg. La prima è stata vinta dal 19enne Lorenzo Tarquini, protagonista di una super prestazione con 6 prove valide su 6: 143 kg di strappo e 175 kg di slancio per un totale di 318 kg, che lo mette davanti al neo vicecampione del mondo Iacopo Falsinotti, argento con 293 kg. La giornata si chiude con il bagno di folla per Nino Pizzolato, che non delude il suo pubblico e conquista il titolo con una serie di prove spettacolari: 170 di strappo, 200 di slancio e un totale di 370 kg.