Il devastante terremoto che ha colpito l’aria meridionale della Turchia e alcune regioni settentrionali della Siria nella notte tra il 5 e 6 febbraio, ha causato più di 40.000 morti e il crollo di palazzi e strutture.

Da giorni le squadre di soccorsi stanno lavorando senza sosta per cercare di tirare fuori dalle macerie i sopravvissuti. Tra le perdite ci sono tre persone che facevano parte del movimento del sollevamento pesi turco: l’atleta Yaşar BEKÇİ, il coach della nazionale Akif AKBEN, e l’arbitro Durdu Mehmet AK.

Con immenso dolore la FIPE si stringe attorno alle famiglie dei defunti e a tutta la comunità pesistica turca e siriana, in questo difficile momento.