La Pesistica Giovanile Italiana ha fatto festa a Verona, durante un intenso week end di sport. Sabato e domenica il capoluogo veneto ha fatto da sfondo alle finali dei Campionati Italiani Esordienti 13 e U15, precedute nella giornata di venerdì mattina, dal Convegno Internazionale “Cosa significa allenare i giovani oggi”, presso la Sala Convegni della Gran Guardia di Piazza Bra. Un appuntamento ricco di spunti e di contenuti, che ha colto nel segno, considerando il vasto pubblico al quale si è rivolto e che ha decretato il suo successo da ogni punto di vista. Gli studenti di tutti i licei sportivi di Verona presenti all’evento hanno applaudito alla tematica affrontata, che ha sdoganato ancora una volta l’uso dei sovraccarichi per i giovani, stigmatizzando scientificamente l’errata concezione secondo la quale i pesi farebbero male al loro sviluppo. Interessante l’introduzione di Giuseppe Coratella, Docente presso Università degli Studi di Milano, che ha parlato della forza nei giovani, facendola evolvere da problema a necessità; appassionante la Case History presentata da Alexandru Padure, Membro dell’Esecutivo EWF (Federazione Pesistica Europea), che ha raccontato la sua esperienza nei processi di selezione nei giovani pesisti in Romania e di grandissimo impatto poi l’intervento del Presidente FIPE, Antonio Urso, che ha spiegato nel dettaglio cosa significa allenare i giovani oggi. Il tutto condito dalla presenza dell’argento olimpico Giorgia Bordignon, premiata dal Comune di Verona per i suoi risultati ai recenti Giochi di Tokyo 2020.

Un appuntamento riuscito in ogni dettaglio, grazie al grande impegno dei partner locali, della Fondazione Bentegodi e Claudio Toninel, Componente Dirigente del Consiglio Federale FIPE, Presidente Onorario Veneto e Coordinatore della Pesistica Olimpica della Fondazione Bentegodi, presso i cui spazi nel week end si sono svolte le finali di categoria.