Prima gara Mondiale per il nostro Rookie, Gabriele Di Cristina, che chiude la sua competizione nella 49 kg al quarto posto di totale con 137 KG e al sesto posto nel best con 71 kg. Oro al libico Ahmed con 92, mentre il primo posto nel totale va all’armeno Tsaturyan (argento nel best con 91) con 176 kg.
Buona prova per il nostro Gabriele, che migliora di ben 5 kg il suo personal best di 66 kg, misura con cui è salire in panca con la prima prova. Peccato per l’ultimo tentativo a 73 fallito di un soffio.
Una grande esperienza, comunque, per il giovane palermitano classe 2007, che domani tornerà sulla pedana mondiale, questa volta tra i senior.
Il Mondiale di Para Powerlifting si terrà fino al 30 agosto a Dubai. Si tratta di una tappa fondamentale del percorso che porterà la Pesistica Paralimpica ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, dove ci saranno tutti gli atleti più forti del mondo, tutti con un unico obiettivo: staccare il pass olimpico.
Quattro gli atleti che indosseranno il costumino Azzurro sulla panca degli Emirati Arabi. Oltre a Gabriele Di Cristina, l’unico a non avere obiettivi olimpici, e che salirà di nuovo in pedana domani ci saranno: Emanuela Romano, che ha già vissuto l’esperienza olimpica nel nuoto, che gareggerà nella categoria fino a 50 kg (domani ore 18.00); Donato Telesca, già sulla panca olimpica di Tokyo 2020, che tenterà di bissare nella categoria 72 kg (24 agosto ore 10.40); Andrea Quarto, ultimo Azzurro in gara nella categoria fino a 97 kg (27 agosto ore 17.30). Insieme al DT Sandro Boraschi ci saranno i tecnici Antonio Di Rubbo, Filippo Piegari, Orlando Volpe Maruggi.

LE DICHIARAZIONI

“Sono contento di essermi migliorato, domani voglio ripartire da qui, dalla mia miglior prova di oggi e salire ancora con i kili” dice a fine gara Gabriele.
“Buona la gara di Gabriele in cui ha migliorato con il suo record personale. – dice il Direttore Tecnico Sandro Boraschi –Occorre fare esperienza per evitare in gare così importanti l’errore in terza prova. Comunque, bilancio positivo, ha recepito le indicazioni ricevute durante il collegiale di Ariano e ha completato egregiamente la preparazione a Palermo con il suo tecnico Marco Radicello”.